Approvata in Commissione Nazionale delle Politiche Agricole la proposta che impegna il Governo ad intraprendere concrete iniziative a favore dei marittimi sequestrati in Libia

169

Su proposta dell’Assessore regionale per la
pesca Mediterrea, Edy Bandiera, è stata approvata all’unanimità in Commissione Nazionale delle Politiche Agricole della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, che vede componenti gli assessori al ramo di tutte le regioniitaliane, che ha avuto luogo a Mazara del Vallo, in occasione della nona edizione del Blue Sea Land, la proposta che impegna il Governo nazionale ad intraprendere immediate e concrete iniziative a favore dei marittimi sequestrati in Libia lo scorso primo settembre.

Tre i punti proposti dall’assessore Bandiera e approvati nel documento:
intraprendere ogni iniziativa utile per giungere alla immediata liberazione dei pescatori sequestrati dalle Autorità Libiche e detenuti in Libia; attivare,
immediatamente, un canale umanitario affinchè possano essere acquisite, de visu, informazioni sulle condizioni detentive e di salute dei pescatori
sequestrati; attivare un fondo di solidarietà per il sostegno economico delle
famiglie dei pescatori colpite da tali eventi.

“Desidero ringraziare i colleghi della Conferenza Politiche Agricole per la
sensibilità e il sostegno che hanno dato al documento che abbiamo unanimemente approvato, che ulteriormente ribadisce al Governo nazionale l’esigenza di fare
presto – ha affermato l’assessore Bandiera – A fronte di quest’ultimo
gravissimo e doloroso episodio, solo in parte inedito e di certo poco chiaro, è evidente che, oltre al dramma degli ostaggi, vi è l’angoscia delle loro
famiglie, private oltre che dell’affetto dei propri cari, anche della fonte
economica di sostentamento, spesso l’unica, per la quali chiediamo concreta
vicinanza”.