Palermo. Coronavirus e riduzione posti sui mezzi pubblici, Anello (Lega): “Auto più sicure, mantenere Ztl lucida follia”

“Se venerdì scorso come Lega avevamo definito incomprensibile, nonostante l’aggravarsi dell’emergenza Covid-19 legata alla mobilità, la scelta del sindaco Orlando e dell’assessore Catania di mantenere attiva la Ztl, adesso alla luce delle misure restrittive regionali che hanno ridotto del 50 per cento i posti nei trasporti pubblici e viste le indicazioni contenute nel Dpcm del presidente Conte, non trovo altro modo di definire questa scelta se non una lucida follia”.

Lo dice Alessandro Anello, commissario provinciale della Lega Palermo, consigliere comunale e vice presidente della commissione Attività produttive.

“Orlando e Catania – continua l’esponente della Lega – si ostinano a non sospendere un provvedimento, la Zona a traffico limitato, che di fatto disincentiva la circolazione sui mezzi privati in una larga fetta della città in un periodo in cui le automobili andrebbero invece preferite ai mezzi pubblici. È una scelta illogica, che non fa bene ai palermitani. In un momento difficilissimo per l’economia della città e per i palermitani alle prese con il rischio contagio è dovere morale dell’amministrazione mettere da parte ogni posizione ideologica contraria al buon senso. Mi auguro – conclude Anello – che Orlando e Catania raccolgano questo appello e sospendano la Ztl diurna e notturna per proteggere la salute dei palermitani e allo stesso tempo non condannare definitivamente a morte le attività commerciali del centro già alla canna del gas”.