Marsala, il Sindaco Grillo sui primi 20 giorni: “Abbiamo trovato difficoltà economiche ma soprattutto organizzative”

Si è insediato ieri il nuovo Consiglio Comunale di Marsala con il giuramento dei nuovi eletti e del Sindaco Massimo Grillo. Non si è ancora insediato il consigliere Andrea Marino, assente per motivi di salute, che presterà giuramento nella prossima seduta utile.

Proclamato anche il Presidente del Consiglio comunale nella persona di Enzo Sturiano che torna a ricoprire il ruolo per la terza  volta consecutiva.

“E’ un consiglio comunale che dà speranza – ha commentato il Sindaco Massimo Grillo – con un Presidente d’esperienza e tanti giovani che potranno dare quella spinta in più che la città si attende. L’auspicio è di rivitalizzare il rapporto fra istituzioni, partiti e cittadini. Il mio pensiero – ha continuato Grillo – va a tutti i cittadini che non sono andati al voto, ai quali bisogna dare risposte ancora più concrete”.

Il nuovo Consiglio comunale dovrà mettersi al lavoro il più presto possibile poiché è urgente e necessaria l’approvazione del bilancio.

Secondo la normativa, avrebbe dovuto sedere in Consiglio comunale anche l’ex Sindaco Alberto Di Girolamo  che ha invece preferito rinunciare cedendo così lo scranno libero a Mario Rodriquez.

“Sono scelte personali che rispettiamo – ha detto il nuovo Sindaco a tal proposito –  ma è bene che lui, per l’esperienza maturata in questi anni, continui a dare il suo contributo d’opposizione”.

Grillo ha parlato anche di questi primi 20 giorni di sindacatura evidenziando di aver trovato difficoltà economiche ma anche organizzative: allo stato attuale mancherebbero al Comune diversi dirigenti  e funzionari.

“La cosa che mi dispiace di più in questo momento – ha aggiunto Grillo – è che non abbiamo neppure una buona organizzazione della protezione civile. Non c’è nemmeno una sede operativa. C’è tutto da rifare e per questo dobbiamo correre”.