Quota sconto sui libri per gli studenti di Unict, Senatore Accademico Sotera: ” scongiurato quello che poteva essere l’ennesimo colpo di scure ai danni del Diritto allo Studio”

“Scongiurato quello che poteva essere l’ennesimo colpo di scure ai danni del Diritto allo Studio per gli studenti dell’ateneo catanese”. Cosí il Senatore Accademico Giuseppe Sotera ha deciso di sintetizzare il faticoso percorso che ha portato all’ottenimento da parte di UniCt di una quota di sconto applicata dalle librerie a favore degli studenti del 15%. Questa si va a sommare a quella applicata dagli stessi librai che da quest’anno ammonterà ad una quota non superiore al 5%. Per fare un po’ di chiarezza fino ad oggi lo sconto complessivo applicato ammontava al 27% (di cui il 17% applicato dall’Università e il 10% dalle librerie) , ma a causa di un adempimento di legge (in vigore dal 25 Marzo 2020)  l’Associazione Librai Italiani ha dovuto diminuire la sua parte alla cifra sopracitata. “Decisivo é stato il lavoro portato avanti dai rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio di Amministrazione” afferma ancora Sotera, “ma imprescindibile il contributo di noi Senatori e della  Consulta degli Studenti”. La battaglia portata avanti, quindi, da tutta la rappresentanza studentesca é riuscita a limitare i danni con il risultato di ottenere dall’Amministrazione dell’Ateneo di abbassare la quota, per compensazione rispetto ai librai, solo del 2%. “Sono lieto insieme ai miei colleghi di comunicare che lo sconto applicato sarà del 20% e infine mi sento di ringraziare l’amministrazione per aver ascoltato (anche se non totalmente) le nostre richieste!”. Esultava in questo modo il rappresentante dalla sua pagina Facebook non appena ha ricevuto la notizia ancora a Consiglio di amministrazione in corso, lo scorso 28 Ottobre. Cifra importante del risultato ottenuto la capacità di coordinazione della rappresentanza studentesca nonostante i diversi colori politici.