Palermo come Crotone, stabilizzazione immediata dei 40 ex lavoratori del contact center INPS

Siamo 40 ex lavoratori del contact center INPS di PALERMO, centro gestito per circa 10 anni da una società di Roma con sede a Palermo, la GETEK. La nostra storia è fatta di tanto impegno e professionalità.
L’INPS, durante la nostra carriera lavorativa, ci ha formati con corsi periodici di aggiornamento, e nel nostro call center lavoravano operatori multilingua, molti dei quali laureati.
Siamo stati i primi operatori in Italia a rispondere per il numero verde nazionale 164.164 (oggi 803.164), tra le altre cose, abbiamo curato per primi l’importante servizio INPS Risponde a cui fanno ricorso giornalmente migliaia di utenti.
Ad oggi ci ritroviamo senza un lavoro e con prospettive future pari a zero, famiglie create con una sicurezza economica venuta a mancare che adesso sono prive di reddito.
Il 03 agosto 2020 apprendiamo con entusiasmo che i nostri colleghi GETEK del contact center INPS di Crotone sono rientrati in servizio, grazie anche all’opera di mediazione svolta dall’INPS e all’intervento del sindacato USB, restituendo dignità al loro lavoro, che era anche il nostro.
Siamo qui a chiedere un aiuto concreto da parte delle istituzioni nazionali, della Regione Sicilia, del Comune di Palermo e delle Direzioni Provinciali dell’INPS, considerato che ci troviamo in un territorio attanagliato da una profonda crisi lavorativa, aggravato ancora di più dalla perdurante
emergenza COVID-19.
Lo diciamo senza mezzi termini: Palermo come Crotone. Vogliamo riprenderci il nostro lavoro, proprio adesso che l’INPS, in virtù dell’emergenza Covid-19, ha un grande bisogno della nostra
professionalità.
Perché TUTTI gli altri lavoratori in appalto (oltre 3.000) che negli anni si sono susseguiti nei vari call center dell’INPS sparsi sul territorio nazionale continuano a rispondere agli utenti e NOI NO?
Perché l’INPS, che si trova attualmente a dover fronteggiare un carico di lavoro mai visto prima, non deve utilizzare lavoratori già qualificati ed esperti?
Vogliamo che a queste domande sia data una semplice risposta: stabilizzazione subito!