Mazara: revoca finanziamento della struttura San Carlo Borromeo

I consiglieri comunali Coronetta, Pipitone e Billardello del Movimento 5 stelle Mazara presentano un’interrogazione in merito alla vicenda della revoca di finanziamento a favore della struttura San Carlo Borromeo. Quello che doveva diventare un centro di accoglienza per minori non accompagnati, oggi rappresenta l’emblema dell’inefficienza e della incapacità amministrativa del sindaco Quinci e della sua giunta.

Così Rosolino Greco dirigente generale del dipartimento regionale della Famiglia, visto che i lavori di ristrutturazione del complesso immobiliare di San Carlo Borromeo sono stati completati e il centro non ha mai visto la luce, ha chiesto la restituzione del finanziamento di 1,7 milioni di euro.

Il sindaco affida ad un post su Facebook la sua difesa, imputando tutta la responsabilità all’amministrazione precedente. Cosa vera però solo in parte, perché l’attuale giunta comunale avrebbe avuto il tempo necessario per mettere tutto a posto.

Quali sono i motivi del notevole ritardo: mancato collaudo, inefficenza degli uffici, incompetenza del personale, volontà politica, o altro?

È quello che chiede in una interrogazione il gruppo consiliare “Movimento 5 Stelle Mazara”. E’ giusto difendere gli interessi dell’Ente rivolgendosi al Tar Sicilia per riottenere il finanziamento ed evitare un ingiusto danno economico a carico delle casse comunali, ma si  chiede però di avviare una seria indagine, doverosa per individuare eventuali responsabilità e, se ne emergono, richiedere i danni, perchè a pagare per l’incapacità o le colpe di altri non possono sempre essere i cittadini.

Se il ricorso amministrativo non sarà accettato ragguardevole sarà la cifra che il comune dovrà sborsare.