Ars, cresce Forza Italia. Annunciata l’adesione di Ternullo e Lantieri

La famiglia di Forza Italia si allarga.  Non è ancora stato ufficializzato ma due deputate all’Ars hanno annunciato per i prossimi giorni il passaggio  sotto il simbolo del partito di Berlusconi: si tratta di  Daniela Ternullo, di Mellino (provincia di Siracusa) e di Luisa Lantieri, di Piazza Armerina (provincia di Enna).

Sia l’on. Ternullo che l’on. Lantieri provengono dal gruppo parlamentare Ora- Sicilia a cui avevano aderito poco più di un anno fa.

Grazie a questi due nuovi ingressi, il partito guidato in Sicilia da Gianfranco Micchichè raggiunge la quota di 14 parlamentari all’Ars. Diventa pertanto il partito con la maggiore presenza in aula dopo il Movimento 5 Stelle che conta all’Ars 15 deputati.

Il risultato pone Miccichè in una posizione di maggiore forza all’interno delle logiche regionali.  Si potrebbe di conseguenza profilare all’orizzonte quel rimpasto di giunta che Miccichè chiede già da tempo.

Con la sostituzione di uno o due assessori, tra i papabili nuovi ingressi ci potrebbe essere anche quello del  commissario trapanese del partito, il mazarese Toni Scilla.

A lasciare potrebbero invece essere Bernadette Grasso, assessore regionale alle autonomie locali e della funzione pubblica, o Edy Bandiera,  al momento a capo dell’Assessorato Agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea.

Allo stato attuale si tratta comunque solo di ipotesi. Certo è che, nell’ultimo periodo, il peso di Forza Italia all’Ars è cresciuto sempre più: prima di Ternullo e Lantieri, agli inizi di novembre il partito aveva ottenuto infatti anche l’adesione dell’on. Marianna Caronia e, pochi giorni dopo, dell’on. Margherita La Rocca Ruvolo.

Cambiamenti rilevanti che portano, da un lato, a rafforzare la presenza sui territori e, dall’altro, ad avviare un percorso di consolidamento  che potrebbe rilevarsi determinante in vista della scadenza della legislatura, nel 2022.

Da destra a sinistra, i massimi rappresentanti regionali hanno già puntato lo sguardo verso l’appuntamento elettorale.  

Il grillino Gianfranco Cancelleri, attuale viceministro ai Trasporti, ad esempio ha mostrato interesse verso la possibilità di proporsi, per la terza volta, alla carica di Governatore. Questa volta però l’intesa con il Pd, se confermata, potrebbe dargli una forza in più.