17 novembre ore 17 l’Instituto Cervantes presenta “Celebrando il centenario di Luces de Bohemia nella rivista “España”

Martedì 17 novembre alle ore 17:00l’Instituto Cervantes di Palermo celebrerà il centenario della pubblicazione dell’opera di Ramón María del Valle-Inclán, “Luces de Bohemia” con una conferenza in lingua spagnola online. All’incontro parteciperanno degli esperti dell’opera dello scrittore: l’ispanista José María Paz Gago e il poeta Miguel Losada.
Ramón María del Valle-Inclán
(Vilanova de Arousa 1866, Santiago di Compostela 1936)
“Luces de Bohemia” è un’opera nata da un grande dolore fisico e dalla “rinascita” del suo scrittore. Infatti, il drammaturgo galiziano scrisse l’opera nel 1918 quando, dopo essersi ammalato per la grave pandemia di influenza di quell’anno, si ristabilì fisicamente. La creatività che nacque da quel momento drammatico è un faro di speranza per chi, nell’anno del Covid 19, deve trovare la forza e lo stimolo per andare avanti così come fece Valle-Inclán che produsse un’opera che oggi ha un posto d’onore nella storia della letteratura.
“Luces de Bohemia” è uno dei testi teatrali più trascendentali della drammaturgia contemporanea. Le vie di Madrid, in questa opera, sono lo scenario in cui si dipana la notte di Max Estrella un giornalista e scrittore d’avanguardia che diventato cieco viene licenziato dal suo giornale. Estrella vaga per le vie della città alla ricerca di soldi insieme all’amico don Latino de Hispalis e la sua vita si intreccia con le vite che animano la taverna, il circolo dei poeti modernisti, con le storie degli scioperanti e dei poliziotti.  Il giornalista ha anche una disavventura in carcere ma il suo destino sembra segnato. Infatti nemmeno l’incontro con un vecchio compagno di studi, ormai diventato ministro degli Interni, cambierà la sua sorte. Max Estrella, infatti, terminerà le sue ore al freddo per le strade di Madrid.
Chema Paz Gago
Scrittore e manager culturale, José María Paz Gago è professore di Teoria della letteratura e Letteratura Comparata all’Università de La Coruña (Spagna). Presidente della Federazione latinoamericana di semiotica (FELS) è anche vicepresidente dell’Associazione internazionale per gli studi semiotici (IASS / AIS). Specialista del teatro di Valle-Inclán, ha pubblicato il libro La revolución espectacular. El teatro de Valle-Inclán en la escena mundial (Madrid e Barcellona, Castalia, 2012), oltre a numerose opere sullo scrittore arousano. Vicepresidente dell’Associazione Amici di Valle-Inclán, ha appena pubblicato l’edizione facsimile della prima edizione di Luces de Bohemia, così come appariva un secolo fa sulla rivista España.
Miguel Losada
Nato a Vigo, ha studiato presso l’Università UNAM del Messico, alla Sorbona di Parigi e ha conseguito un dottorato in Filologia Spagnola presso la Complutense di Madrid. Promotore dell’Accademia dei Malinconici. Da venticinque anni coordina la rassegna Los Viernes de la Cacharrería. Ha scritto numerose opere poetiche: Los campos de la noche – 1998, El bosque azul – 2005, Última Forma – 2010, Todas las estrellas solitarias – 2015, Poemas Ausentes -2017; è presente in numerose antologie e riviste letterarie. Le sue poesie sono state registrate nel disco da El Zurdo. Ha tradotto Eugénio de Andrade, André Chénier, Charles Brobin, Herberto Hélder. Presidente della Sezione Cinema dell’Ateneo di Madrid e membro del Consiglio di Amministrazione del Circolo di scrittori cinematografici. Insegna sceneggiatura e linguaggio cinematografico ed è critico cinematografico su stampa, radio e televisione, avendo pubblicato più di una dozzina di libri sul cinema. Direttore della rivista Áurea de poesía e della collezione Lumière è un grande esperto delle opere di Valle Inclán.
COME PARTECIPARE ALL’EVENTO

Per partecipare all’evento gratuito e in lingua spagnola è necessario ottenere le credenziali per accedere a Zoom inviando una mail a cultpal@cervantes.es o scrivendo alla pagina Facebook dell’Instituto Cervantes entro e non oltre le ore 12:00 del 17 novembre 2020.