Video Conferenza Pd con Ministro Provenzano,Ersilia Saverino: “Quello che serve alla Sicilia è una stagione di programmazione ex novo”

L’annuncio del Segretario Regionale del PD, Anthony Barbagallo, nel corso di una videoconferenza con il Ministro per il Sud e la Coesione Sociale, Peppe Provenzano, di una fase di ascolto dei territori sulla programmazione delle risorse previste dal Recovery Found, va nella direzione da noi più volte auspicata, di un confronto propositivo con gli attori dello sviluppo locale. Per investire in modo produttivo le somme che saranno disponibili per la Sicilia, non basterà infatti rovistare tra i progetti gia elaborati e compilare un elenco delle opere finanziabili. Quello che serve alla Sicilia è una stagione di programmazione ex novo, che metta al centro la capacità di fare impresa e creare posti di lavoro stabili, nei settori economici strategici dell’economia siciliana. Non bisogna inventare nulla, basta ascoltare le centinaia di imprese di eccellenza che, nonostante le mille difficoltà soprattutto in questo ultimo anno, sono modello di innovazione e sviluppo. Penso alle migliaia di iniziative nel settore turistico, che hanno ampliato e diversificato l’offerta, puntando sulla qualità delle nostre risorse ambientali, monumentali e culturali. Penso alle aziende agricole, come quelle vitivinicole, olearie, cerealicole, ortofrutticole, che attraverso la ricerca e la valorizzazione di prodotti tipici, hanno continuato a tenere testa nei mercati di tutto il mondo.Penso alle startup nel settore tecnologico, avviate da giovani siciliani, le cui enormi potenzialità sono state riconosciute ad ogni livello. Ed ancora le tante aziende che nei settori del commercio ed artigianato, rappresentano il tessuto economico diffuso ed offrono reddito e lavoro a centinaia di migliaia di famiglie. Abbiamo inoltre una fortissima e qualificata presenza di professionisti in ogni settore, dall’edilizia alla tutela ambientale, dalla consulenza alle aziende alla tutela legale. Questo sarà il campo sul quale dovremo, come Partito Democratico, ripensare quali progetti possono effettivamente essere determinanti per innescare nuova economia, non assistita ma supportata dagli investimenti e dalla programmazione pubblica, in raccordo e con il protagonismo delle organizzazioni sociali e sindacali, dalle università, degli amministratori locali che sono i più attenti conoscitori delle potenzialità dei territori. Il PD etneo sarà in prima fila in questo lavoro, a partire dall’Assemblea Provinciale che convocheremo nelle prossime settimane ed alla quale ha già assicurato la propria presenza il ministro Provenzano.