Lega Giovani Sicilia, lettera a Conte insieme a 500 giovani amministratori da tutta Italia: “Tutelare commercio locale”

“Oltre 500 giovani amministratori di tutta Italia hanno scritto al
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per chiedere provvedimenti decisi nei confronti dei colossi dell’e-Commerce. Anche gli amministratori under 35 della Lega Giovani Sicilia – lo scrivono in una nota Giuseppe Miccichè e Alessandro Lipera, rispettivamente coordinatori di Lega Giovani per la Sicilia occidentale e per la Sicilia orientale – hanno sottoscritto la lettera che sottolinea tutte le legittime preoccupazioni di chi vive quotidianamente il territorio ed ascolta il grido di dolore degli ultimi. La Sicilia è una regione che sta pagando caro il prezzo delle restrizioni dovute al Covid19, e la crisi sanitaria rischia di tramutarsi in una devastante crisi economica. Mentre i
nostri commercianti rischiano di non riaprire più le saracinesche, i giganti del web stanno traendo enorme profitto da questa situazione, incrementando anche del 200% i loro introiti. In un momento così tragico per la nostra economia, che rischia di peggiorare ancora di più con l’avvicinarsi del periodo natalizio, le tante azioni introdotte dalle amministrazioni locali a tutela del commercio locale non sono
purtroppo più sufficienti”. “Non potevamo che unirci anche noi alle centinaia di giovani amministratori guidati dall’On. Luca Toccalini, – concludono Miccichè e Lipera – nel sottoscrivere questa richiesta. Speriamo di non dover vedere, in Sicilia, nuove luci spegnersi nei locali”.
Di seguito i firmatari: Salvatore Falzone, Agata Milazzo, Adelaide Terranova, Krizia Adamo, Toti Nigrelli, Simona Bennici, Daniele Pirrello, Giorgio Randazzo, Giorgia Urzì, Chiara Emanuele, Alberto Mazzaglia, Daniela Foti, Angelo Ciatto, Benedetta Morello, Michele Schillaci, Flavia Pirrello, Elisa Gendusa, Giuseppe Bellino.