“Guarda Avanti”: venerdì 27 novembre la presentazione del brano “inno” alla rinascita delle donne vittime di violenza

La canzone inedita conta su: testo di Luana Rondinelli e Gregorio Caimi che ha curato anche le musiche e le voci di: Roberta Caly, Paola Giacalone, Debora Messina, Claudia Scirè e Lea Pavia. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Partanna

Voci per la speranza, note per credere nella vita: un inno-gospel tutto made in Sicily per rinascere dopo aver detto no a soprusi e angherie subiti per il sol fatto di essere donne.
“Non solo panchine, scarpe rosse, volti con i lividi, per il 25 novembre, Giornata Internazionale in cui si celebra il Contrasto alla Violenza sulle Donne, ma un’immagine di speranza a supporto di un incitamento ad andare avanti e non fermarsi alle difficoltà.  È l’iniziativa che sta portando avanti l’associazione Palma Vitae di Castelvetrano con il patrocinio del Comune di Partanna”. Con queste parole la presidente di Palma Vitae, Giusy Agueli presenta l’ultimo progetto che vede l’arte al servizio della promozione della parità. Si tratta di un testo in musica dalle sonorità gospel che raccoglie le riflessioni delle socie dell’associazione che si sono interrogate su cosa poter dire alle donne vittime di violenza. Ne è nato un messaggio di forza e coraggio per sostenere ognuna nel chiedere aiuto e nel recuperare la propria dignità e libertà.
Il progetto è stato condiviso con l’artista marsalese Luana Rondinelli, da sempre impegnata a favore delle donne, che ha abbracciato subito l’idea di contribuire a tradurre le suggestioni e le riflessioni dell’associazione Palma Vitae insieme al musicista Gregorio Caimi e al suo gruppo I Musicanti. “Solo unendo le forze si possono lanciare messaggi concreti – commenta Luana Rondinelli –. Volevamo creare un evento che desse speranza e coraggio alle donne vittime di violenza, così grazie all’idea di Palma Vitae e con il sostegno del comune di Partanna nasce la canzone ‘Guarda Avanti’ che ho scritto insieme a Gregorio Caimi”. L’appuntamento è per venerdì 27 novembre alle ore 18.30. Per partecipate all’evento basta collegarsi al seguente link: https://zoom.us/j/95743516416 e digitare la passcode:  282892.
Un brano interpretato a più voci dalle cantanti: Roberta Caly, Paola Giacalone, Debora Messina, Claudia Scirè e Lea Pavia, artiste che da diverse parti dall’Italia si sono unite on line per dar vita a questo progetto.
“Abbiamo pensato ad un lavoro corale, un’unione di voci per un messaggio unico contro la violenza sulle donne – afferma Giusy Agueli – solo mettendo insieme tante energie possiamo essere più forti nell’affrontare le situazioni di violenza e dare aiuto alle donne che si trovano in difficoltà”.
Il brano dal titolo “Guarda avanti” sarà presentato anche in diretta facebook dalla pagina istituzionale del Comune di Partanna. “Come ogni anno – dichiara il sindaco di Partanna Nicolò Catania – l’amministrazione comunale, da sempre puntuale e sensibile ai temi sociali più rilevanti, ricorda e celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
Riteniamo che sia sempre più urgente fare sentire la nostra voce – aggiunge ancora il primo cittadino – contro l’aumento vertiginoso di stupri, femminicidi, violenze domestiche che ha segnato i mesi di questa pandemia. Ora più che mai arrivi il messaggio che nessuno è solo, e che con la forza e il coraggio si può trovare quella luce che a volte sembra perduta”.
“Sono molto contenta della sinergia che quest’anno, in questa giornata così importante, si è creata fra l’amministrazione comunale e le associazioni presenti nel territorio – aggiunge l’assessora alle Politiche sociali Noemi Maggio –. Questa è una risposta forte e decisa, quasi una task force fra istituzioni e persone addette ai lavori per dire no alla violenza sulle donne, per fermare insieme un fenomeno tanto insidioso quanto subdolo, per ridare significato e valore le nostre azioni. Donne che sostengono le donne!”.