Marsala: celebrata la giornata contro la violenza sulle donne

Per l’intera giornata di ieri e con la partecipazione a diverse iniziative l’Amministrazione Grillo ha celebrato la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.

Il Sindaco Massimo Grillo e l’Assessore alle Pari Opportunità, Antonella Coppola, nella mattinata di ieri hanno preso parte alla manifestazione promossa dal Comitato per le “Pari Opportunità” presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del Foro di Marsala. All’iniziativa, coordinata dalla Presidente Adele Pipitone, hanno anche preso parte, fra gli altri, il Presidente del Tribunale Alessandra Camassa, il Procuratore della Repubblica Vincenzo Pantaleo nonché diverse rappresentanti dei Centri anti violenza.

Nel pomeriggio dalle ore 17,30 l’illuminazione in rosso della facciata di Palazzo VII Aprile, in cui si leggeva la frase di Alda Merini “Siamo state amate e odiate, adorate e rinnegate, baciate e uccise solo perché donne”. All’iniziativa oltre a Sindaco e Assessore e ai vari rappresentanti delle Associazioni anti violenza sono state anche presenti la vice Presidente del Consiglio comunale Eleonora Milazzo e le consigliere Elia Martinico e Vanessa Titone.

“La giornata di ieri è stata significativa e importante – sottolineano il Sindaco Massimo Grillo e l’Assessora Antonella Coppola – perché confermano l’impegno di tutte le forze istituzionali e non, contro la violenza alle donne. Da parte nostra desideriamo incentivare l’ascolto delle donne, dei loro bisogni, delle loro esigenze e delle loro problematiche per poter intervenire nel miglior modo possibile. Per far questo potenzieremo le nostre strutture sociali ma riteniamo indispensabile che il grande e importante lavoro che stanno portando avanti i Centri anti violenza e quelli per l’affermazione della parità di genere sia ancor più valorizzato. Alle donne vittime di violenza lanciamo l’appello a reagire e a denunziare.  Dobbiamo abbattere, congiuntamente, tutti gli stereotipi e raggiungere obiettivi di qualità attraverso la sensibilizzazione dei nostri cittadini. La dignità di ogni donna deve essere pienamente rispettata”.