Vice Ministro Cancelleri: “in dirittura d’arrivo la fermata Fontanarossa,lo Stato porta la normalità in Sicilia”

Quasi ultimata la fermata Fontanarossa, fra le stazioni di Catania Acquicella e Bicocca, esattamente alla progressiva Km 235+522, l’aeroporto catanese si potrà raggiungere anche in treno. Saranno completati a breve i lavori sia da parte di Rfi che da parte della SAC (società che gestisce l’aeroporto di Catania).

“Una svolta storica per la Sicilia” commenta il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, “finalmente uno scalo aeroportuale internazionale come quello di Catania sarà collegato anche dalla linea ferroviaria. Così da Siracusa, Enna, Caltanissetta e Messina, sarà possibile raggiungere l’aeroporto”.

Opera inserita nel contratto di programma MIT-RFI 2017-2021, costata 5 milioni di euro, fa parte di un lungo elenco di opere e interventi che RFI e MIT hanno programmato per l’ammodernamento della linea ferrata nell’isola e il rilancio del trasporto su ferro.

“L’intermodalità nella mobilità è un principio di azione cardine di questo governo, per garantire servizi ai cittadini e ottimizzare al meglio le infrastrutture del nostro Paese. L’aeroporto di Catania, finalmente, è più vicino ai grandi aeroporti europei e in Sicilia si inizia a parlare in termini di normalità” conclude il vice ministro Cancelleri.