Tram, Caronia: “Preoccupati per ulteriori finanziamenti, sono altre le priorità”

“Siamo estremamente preoccupati per la scelta del ministero di finanziare, con ulteriori 480 milioni di euro, le nuove linee del tram. Abbiamo più volte espresso grandi perplessità su questo progetto complessivo che, come dimostrato dalle linee già in esercizio, ha un impatto quasi nullo sulla mobilità e un impatto devastante sull’assetto urbano e sui conti dell’Amat”. Così Marianna Caronia, deputata regionale di Forza Italia.

“Nulla in contrario ovviamente riguardo agli interventi per la mobilità sostenibile, ma le priorità per Palermo sono certamente altre e proprio in questo momento una somma così ingente potrebbe essere utilizzata per affrontarli – spiega – A partire, per esempio, dal raddoppio del ponte di Corleone, per il quale guarda caso lo stesso ministero dice di non avere fondi o per mettere in sicurezza le strade cittadine ridotte ad un colabrodo o ancora per avviare i lavori della pedemontana, destinata davvero a cambiare la mobilità a Palermo e nel suo hinterland”.

“Comprendiamo la scelta istituzionale dei due assessori presenti alla Conferenza Stato-Regioni di non bloccare somme destinate al nostro territorio, ma non possiamo che ribadire la posizione da sempre espressa da Forza Italia, contraria alla scelta del tram che riteniamo un’opera distruttiva dell’assetto urbanistico e che può avere conseguenze gravissime sul tessuto commerciale, oltre che un enorme impatto sul nostro patrimonio artistico e architettonico”, conclude.