Messa in suffragio del Segretario generale Bernardo Triolo

L’Amministrazione Grillo e il Consiglio comunale hanno voluto onorare la memoria del Segretario generale Bernardo Triolo scomparso nella tarda serata di giovedì scorso all’età di 56 anni per una polmonite interstiziale bilaterale causata da una infezione da Covid-19.

Lo hanno fatto con una Concelebrazione Eucaristica presieduta dall’Arciprete Don Marco Renda e officiata anche da Padre Mariano Narciso e padre Filippo Romano. Presenti tantissimi dipendenti comunali, Assessori della presente e delle passate Amministrazioni, Consiglieri comunali che si sono succeduti a Palazzo VII Aprile dal 2008 ad oggi e soprattutto i familiari del compianto segretario Triolo fra cui la moglie Giuseppina, i figli Maria Giovanna e Leonardo.  Per il Comune di Montevago è stato presente – in rappresentanza dell’Amministrazione La Rocca Ruvolo – l’assessore Carlo Pendola.

Nel PostCommunio e prima della benedizione sono intervenuti nell’ordine il Dirigente e Vice Segretario Nicola Fiocca, gli ex Sindaci Renzo Carini e Bernardo Triolo, il Presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano e il Sindaco Massimo Grillo. Nel corso della commemorazione è stato letto anche il messaggio inviato dalla Dottoressa Rosa Maria Di Lisi, Presidente del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo di cui lo stesso Triolo era componente. Al termine il Sindaco Grillo e il Presidente Sturiano hanno consegnato  alla moglie e ai figli il gagliardetto della Città di Marsala e una targa-ricordo.

Questi in sintesi gli interventi:

Nicola Fiocca:

“Trovare le parole che accompagnano l’ultimo viaggio di un nostro amico è sempre difficile. Oggi non trovo le parole giuste per Bernardo, l’amico e collega, con cui da subito si è creata sintonia e piena collaborazione in ambito lavorativo. Se c’è bisogno sono qua, erano le tue parole. E c’eri sempre per tutti noi. A nome dei dipendenti comunali esprimo sentite condoglianze alla famiglia”.

Renzo Carini:

“Lo scelsi come Segretario del Comune perché tutti mi dicevano che era il più bravo. La mia scelta fu fatta senza neanche conoscerlo. Ed era davvero il migliore! Sempre prodigo di consigli, studioso, punto di riferimento di tanti altri sindaci. Obbediente soltanto alla legge”.

Alberto Di Girolamo:

“Oggi siamo tristi e increduli di fronte alla morte del dr. Triolo. Siamo stati a lavoro per cinque anni senza mai uno screzio, nel massimo rispetto dei ruoli. Ero orgoglioso quando, negli incontri con altre amministrazioni su alcune problematiche, sentivo dire vediamo cosa ne pensa Bernardo. A nome della mia ex Giunta ti dico grazie per quello che hai fatto per la Città di Marsala. Questa nostra terra ha perso uno dei suoi figli migliori”.

Vincenzo Sturiano:

“I quotidiani appuntamenti di lavoro con te, purtroppo, ora saranno solo un bel ricordo. Uomo prezioso per le Istituzioni, sei stato vessillo di legalità e correttezza; emblema di grande concretezza e capacità. Uomo di grande umiltà e prodigo di consigli. Marsala conserverà per sempre il tuo ricordo di animo nobile e altruista. A nome di tutto il Consiglio comunale, grazie”.

Massimo Grillo:

“Uomo e dirigente stimato da tutti, mi ha colpito come la notizia della sua scomparsa ha gettato nello sconforto tutti i dipendenti. Quella triste mattina l’ho ancora presente. Un esempio di lavoratore, con competenze e professionalità riconosciute da tutti. Abbiamo la possibilità di continuare a volere bene a Bernardo, pregando per la sua famiglia affinché trovi consolazione. Noi saremo vicini a loro”.