Marsala, scrive Laura sul degrado in città: “Ci hanno fatto capire che l’immondizia sarebbe sparita, invece..”

Marsala-degrado-rifiuti-dic-2020

Scrivo una lettera da libera cittadina, con un senso di appartenenza per Marsala, forse, fuori dal comune.

Oggi, ho letto un articolo, in cui un assessore ha affermato che il mini cantiere di Piazza Loggia è stato ereditato dalla precedente amministrazione.

Ciò mi provoca rabbia, perché dalla vecchia amministrazione hanno ereditato anche tantissimi cantieri e progetti finanziati dall’Europa per lo sviluppo turistico, sociale e culturale.

Il Parco della Salinella, ad esempio, uscendo fuori dal tema dei cantieri, è stato ereditato pulito.
Varie volte, il parco, si è trasformato in una discarica a cielo aperto, ma subito dopo le segnalazioni, la precedente amministrazione avviava le pulizie straordinarie e cercava di risolvere il problema anche con volontari, facenti parte di varie associazioni, e qualche consigliere di maggioranza.
Posso testimoniare che il parco, durante tutto il lockdown e oltre, è stato ripulito a dovere, il verde è stato curato, e mi divertivo durante i pomeriggi a passeggiare per i numerosi sentieri, fino a salire sulla collinetta, per godermi il panorama dall’alto.

Oggi, la collinetta, non è accessibile. In tutti questi anni, non è mai successo. Credo che la Salinella abbia raggiunto il picco massimo dei rifiuti: il sentiero che porta sulla collinetta è completamente bloccato da una cascata di rifiuti.
Anche i quartieri popolari, di cui allego le foto insieme a quelle del parco, sono completamente abbandonati sotto vere e proprie montagne di immondizia.

  • Marsala-degrado-rifiuti-dic-2020

La colpa, si sa, è sempre del cittadino incivile. Ma un’amministrazione assente, che ancora oggi addossa colpe agli altri, nonostante le sue pesanti mancanze, non è esente da colpe.
Lo è un’amministrazione che, come la precedente, si mobilita immediatamente per far fronte all’inciviltà che da sempre ci perseguita.
Non me lo aspetto soprattutto da un’amministrazione che ha incentrato gran parte della sua campagna elettorale sull’immondizia, come se fosse un problema causato SOLO dall’amministrazione uscente, come se avessero la soluzione in tasca. Di fatto, la situazione è solo peggiorata.

Nessuna campagna di sensibilizzazione, nessun intervento mirato ad aumentare la differenziata, eppure è stato più volte ribadito, dal precedente assessore all’ambiente, che è stato lasciato un elenco degli utenti che non avevano ritirato i mastelli. Perché non si interviene scrivendo direttamente a coloro che, non esponendoli, abbandonano i rifiuti in giro?
La vecchia amministrazione ha scritto più volte agli utenti per sollecitare il ritiro dei mastelli. Oggi, il problema si ignora, nessuno più si lamenta per il degrado che stiamo vivendo.

In teoria, ci hanno fatto capire che l’immondizia sarebbe sparita grazie a loro.

In pratica, hanno ripulito quattro strade (tanto per documentare) ed il problema si è triplicato.

Mi aspetto che la città possa essere ripulita interamente, perché chi abita nei pressi della Salinella, ha sempre sfruttato il parco per sport e tempo libero, e vorrebbe tornare a farlo.

Soprattutto, gli abitanti dei quartieri popolari non meritano di aprire le finestre e vedere discariche a cielo aperto.

Laura