Messina. Dissesto idrogeologico: in gara il progetto per il “Rubino”

Cominciato negli anni ’90, il consolidamento del popoloso quartiere
Rubino a Fondachelli Fantina, nel Messinese, sembrava destinato a
restare un’opera lasciata a metà. E d’altronde, i movimenti che
interessano la collinetta sulla quale sorge non si sono mai arrestati
così come lo stato d’apprensione per chi vi abita e ha fino a oggi
atteso invano che si completino gli interventi di messa in sicurezza
di un’area classificata R4, vale a dire ad alto rischio.

Un traguardo che adesso si intravede concretamente, grazie all’Ufficio
contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione
Siciliana Nello Musumeci. La Struttura commissariale diretta da
Maurizio Croce ha, infatti, pubblicato la gara per affidare indagini e
progettazione dei nuovi lavori. Le offerte potranno essere presentate
entro il prossimo due febbraio. Per eliminare definitivamente i
pericoli che gravano sul quartiere Rubino, gli uffici di piazza
Ignazio Florio hanno stanziato complessivamente un milione e 381 mila
euro destinati alla realizzazione, oltre che delle strutture di
contenimento, di una serie di opere di raccolta e canalizzazione delle
acque piovane. L’obiettivo, infatti, è quello di scongiurare che le
infiltrazioni nel sottosuolo possano continuare ad innescare fenomeni
franosi e di erosione del terreno.