Sabato la Sigel, in anticipo serale, vuole sfilare il secondo posto dalle mani di Pinerolo

Si chiude in Piemonte il 2020 di gare ufficiali delle sigelline. In controtendenza con quanto verificatosi nelle passate stagioni, niente tour de force, almeno per quanto concerne la serie A2 femminile, tra Santo Stefano e fine anno. Appuntamento per gli appassionati del volley rosa che nelle ultime edizioni di seconda serie nazionale era diventato un must.

La Sigel, sabato sera in anticipo a Pinerolo, si prefigge il controsorpasso e di cancellare con un colpo di spugna l’ultima esibizione di torneo, quando domenica scorsa un lanciatissimo Mondovì ha sbancato il PalaBellina senza che le azzurre potessero opporre resistenza. Un incidente di percorso, il secondo casalingo in cinque incontri (dopo il precedente del 27 settembre scorso con Roma), che ha interrotto la miniserie positiva di due gare e non deve avere l’effetto di intaccare comunque una classifica che sorride, pur aver perso la seconda posizione. Per questo, Demichelis e Company debbono rimettersi su strada. Il terzo posto momentaneo al netto di undici incontri non può che inorgoglire ed è la giusta ricompensa ai sacrifici settimanali, fatti anche di rinunce, da parte delle donne di coach Amadio. I sestetti di Eurospin Ford Sara Pinerolo allenato da coach Marchiaro e Sigel Marsala si affrontano per la 16^giornata (7°turno del girone discendente). Un paradosso, se ci si riflette, che le contendenti che occupano seconda e terza piazza nell’ “Ovest” (con la Sigel ad avere giocato un match in più contro i dieci delle locali e attardata di una sola distanza rispetto alle biancoblu giunte a quota venti), si affrontino senza aver giocato ancora l’incontro di andata che, come previsto da calendario, era l’impianto del PalaBellina a dover ospitare. Ma in questo torneo contraddistinto dagli innumerevoli rinvii e di partite cancellate un paio di ore prima di prendere un aereo, non c’è di cosa stupirsi. Eurospin Ford Sara Pinerolo di capitan Valentina Zago proviene dall’exploit nel turno precedente contro Club Italia Crai in quattro set al Centro Federale Pavesi di Milano. Perso il primo gioco per 28-26 ai vantaggi, rabbiosa la reazione delle torinesi nei successivi tre set (11/25; 17/25; 23/25) che hanno condannato le azzurrine di Bellano al K.O..

Ad una sfilza di nomi (ben otto) tra le riconfermate della passata stagione (l’opposto scuola Azzurra San Casciano Valentina Zago, le due giovani palleggiatrici Jennifer Boldini e Elisa Allasia, le bande Silvia Bussoli, Simona Buffo ed Elisabetta Tosini, la centrale Nicoletta Casalis e il libero Silvia Fiori, ndr) fanno da contrappeso gli arrivi “grandi firme” con Anna Gray, centrale di 187 cm classe 1996 dall’Omag San Giovanni in Marignano [A2] a rinforzare la linea dei posti tre; la compagna di reparto Yasmina Akrari, ventisette anni, alta 185 cm, provenienza Reale Mutua Fenera Chieri [A1] e nella stagione 2017/2018 culminata con il salto di categoria di Chieri dalla A2 alla A1 compagna di Sara Colombano; l’attaccante di banda del 1994 Alessia Fiesoli, 185 cm, che arriva direttamente dalla serie A1 di Casalmaggiore (prima di allora a Trento in A2 compagna di squadra per due stagioni dell’azzurra Giorgia Mazzon).

Da martedì, sotto la guida di Daris Amadio (il 16 dicembre ha compiuto gli anni), del suo vice Francesco Campisi e dell’aiuto allenatore prof. Maurizio Negro, si è tornati a lavorare sugli aspetti che possono rendere l’ostacolo dell’impegno di campionato meno in pendio, con un occhio di riguardo alle efficienze, tra i quali il servizio che nel volley è giustamente considerato il primo fondamentale d’attacco e da dove nasce un’azione. Tra le fila lilybetane giocatrici ferrate nel fondamentale sopracitato se ne annoverano diverse.

Giulia Caserta, nei panni di ex della sfida (per la classe 1999 in sette anni di militanza complessivi nel sodalizio biancoblu la gioia di una promozione nell’annata 2017/2018 di B1 e la stagione successiva esordio e titolarità in seconda serie nazionale con coach Moglio in panchina, ndr), presenta il secondo impegno esterno di dicembre sempre in Piemonte della Sigel, occasione che rappresenta ritrovarsi specchio a specchio con qualche ex compagna (Silvia Fiori, le schiacciatrici Elisabetta Tosini e Simona Buffo e la centrale Nicoletta Casalis) e il suo vecchio palazzetto, ma questa volta facendolo da avversaria:

Giocare in casa di Pinerolo è sempre un’emozione. La scorsa stagione, con la maglia di Martignacco, ho già provato cosa significa ritornare lì, in un posto dove sono stata sette anni. – riflette Giulia, ruolo centrale – In quell’occasione, si è trattato di un ritorno che ho superato e assorbito bene. Sulla gara dico che non dobbiamo farci sopraffare dalle nostre avversarie. Non sarà compito agevole poichè loro sono forti e la classifica lo dimostra. Ci giocheremo le nostre possibilità di fare risultato”.

Al Palazzetto dello Sport di Pinerolo, che si presenterà con la misura restrittiva delle “porte chiuse”, l’accesso verrà regolamentato da interventi atti a mitigare e a prevenire il rischio di contagio da SARS-CoV-2, come da attuali prescrizioni in materia sanitaria, rientrando la gara di volley tra le manifestazioni sportive di alto livello riconosciute da C.O.N.I e FIPAV. Teniamo altresì ricordare la fantastica opportunità data a tifosi e appassionati di seguire le sorti dell’incontro attraverso il live streaming di “LVF TV“, la Official Tv della Lega Volley Femminile. Altri modi per avere contezza sull’andamento in tempo reale dell’incontro saranno l’aggiornamento punto a punto dal sito www.legavolleyfemminile.it o dalla pratica app della Lega Volley Femminile.

Sabato 19 dicembre alle ore 20,30 i direttori di gara deputati a dirigere l’incontro in oggetto saranno Andrea Clemente di Parma e Rachela Pristerà di Torino.