Al via “Il Podcast del Museo delle Marionette”

Da oggi, con cadenza mensile, il Museo delle Marionette si arricchirà di un nuova pratica di didattica museale.
Sabato 19 dicembre, alle 9.10, andrà in onda la prima puntata del progetto “Il Podcast del Museo delle Marionette”, una nuova iniziativa per raccontare la storia e la collezione del Museo a un pubblico sempre più vasto. Il progetto – in collaborazione con La Fabbrica dei Podcast e con l’attore Sandro Dieli, voce narrante – si avvia con prima puntata dal titolo “Museo delle Marionette, il sogno di Antonio Pasqualino”.

Antonio Pasqualino, a cui è dedicato il Museo delle marionette di Palermo, provò fin da bambino una profondissima fascinazione per i pupi siciliani che diventarono subito compagni dei suoi giochi.
Quando, con l’avvento della televisione, l’Opera dei pupi ebbe una profonda crisi e rischiò di scomparire, Pasqualino sentì l’urgenza di fare qualcosa perché quel mondo magico che aveva segnato la sua infanzia e che tanto raccontava delle sua terra non morisse. Insieme alla moglie danese, Marianne Vibaek, costituì l’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari di Palermo. Queste le premesse per la creazione, nel 1975,del Museo internazionale delle Marionette, che custodisce oggi una vasta collezione di oltre 5.000 opere, tra cui le cinque collezioni proclamate dall’Unesco Capolavori del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità.
La visione e il sogno di Antonio Pasqualino e della moglie Janne Vibaek sono diventati una realtà conosciuta e riconosciuta in tutto il mondo e uno dei motivi irrinunciabili per venire a visitare la città di Palermo.

Gli appuntamenti del progetto “Il Podcast del Museo delle Marionette” avranno cadenza mensile. Si potranno ascoltare tutte le puntate sul sito del museo (www.museodellemarionette.it), ma anche su Spotify, Google e Apple podcast, su La Fabbrica dei Podcast (www.lafabbricadeipodcast.it/show/museo-internazionale-delle-marionette/) e su tutte le principali piattaforme audio.

“Quella della condivisione attraverso le nuove piattaforme e tecnologie digitali – commenta il direttore del Museo delle Marionette, Rosario Perricone – è una modalità che abbiamo ampiamente sperimentato e messo a punto nei mesi scorsi. L’edizione 2020 del Festival di Morgana, che si è appena conclusa, interamente trasmessa in streaming per le disposizioni anticovid, ha registrato 70 mila accessi agli spettacoli. Questa volta ci cimentiamo però in una forma di narrazione sonora diffusa attraverso il web, restituiamo alle parole e ai racconti il loro potere evocativo, come nelle migliori forme dell’oralità, e invitiamo gli ascoltatori e ricostruire da sé immagini e scenari alla scoperta di un patrimonio ricco e tutto da scoprire.”