ConLab Acireale: idee creative e progetti per entrare nel mercato del lavoro

Il vescovo Antonino Raspanti vicino ai giovani imprenditori
Giovedì 17 dicembre, presso la sede di ConLab Acireale, in via Sclafani 40, si è svolto un momento inaugurale delle attività per i 5 team selezionati a seguito della II Call for Ideas. La Call, lanciata lo scorso
settembre dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, in collaborazione con Fondazione Città del Fanciullo Acireale, Diocesi di Acireale e Credito Siciliano – Rete Commerciale CREVAL, ha inteso individuare giovani
volenterosi, provenienti dal nostro territorio, per accompagnarli nel percorso di sviluppo della loro idea imprenditoriale, mediante attività e servizi offerti all’interno del contamination Lab. ConLab Acireale è uno
spazio di coworking dedicato ad attività auto-imprenditoriali, è un laboratorio di creatività dove i giovani possono incontrarsi, collaborare e sviluppare attivamente i propri progetti.


All’inaugurazione sono intervenuti Mons. Antonino Raspanti, Vescovo della Diocesi di Acireale e Presidente della Fondazione Città del Fanciullo – Acireale, il dott. Santo Sciuto, Direttore della Rete
Commerciale CREVAL, e, in collegamento da Milano, il dott. Mario Gatti, Direttore di sede dell’Università Cattolica di Milano, che hanno presentato l’evoluzione dell’idea di ConLab Acireale fino alla sua realizzazione
e gli scopi che intende perseguire. Erano presente i giovani che hanno risposto alla Call, i quali hanno presentato le idee che intendono sviluppare:
EarthBeat (commercio prodotti alimentari a km 0), Pass for three (tour operator orientato alla sostenibilità); RaccontArti (sviluppo del turismo locale), TouristAppaMi (tecnologia per il turismo), VAR-Watches
(progettazione di orologi con design, materiali e finiture innovative).
Il vescovo Antonino Raspanti, che ha creato la rete di persone, enti e istituzioni da cui è nato il ConLab, ha affermato: “Il ConLab, che mira a promuovere la cultura dell’imprenditorialità e dell’innovazione nell’intento
di agevolare la crescita delle idee, offre un percorso di formazione interattivo modellato sulla base delle esigenze espresse dai partecipanti stessi”.