ConfeserFidi e CDP finanziano una fintech di Napoli per il credito alle imprese del Sud

ConfeserFidi, consorzio fidi 106 
siciliano presente sul territorio nazionale, e Cdp Venture Capital 
Sgr, controllata da Cassa depositi e prestiti, hanno sottoscritto 
(nell’ambito del programma “Seed al Sud” di Cdp Venture Capital), un 
finanziamento da 180mila euro (120mila di Cdp Venture Capital e 60mila 
di ConfeserFidi intervenuto in qualità di investitore terzo) per 
sostenere la startup “FX12”, una fintech company specializzata in 
operazioni a favore delle imprese del Mezzogiorno.
Nata a Napoli, all’interno dell’incubatore d’imprese “Campania New 
Steel”, FX12 è stata costituita da Rita Capitelli, Martina Carafa, 
Giovanni Visone e altri co-founder. La tecnologia messa a punto da 
FX12 consente di utilizzare il mix più efficace di strumenti fintech, 
quali sconto dinamico, credito di filiera e cessione fatture.
FX12, mediante la predisposizione di dossier dedicati a specifiche 
ipotesi di impiego, facilita l’incontro tra la domanda di finanza a 
breve delle imprese meridionali e la disponibilità di investitori ad 
immettere capitali nell’economia reale.
La startup ha la sede operativa volutamente a Napoli perchè i leader 
nazionali dell’invoice trading e del dynamic discounting sono basate a 
Milano e prediligono il mercato centro-settentrionale.
FX12 ritiene, inoltre, che, nonostante la finanza digitale abbia 
procedure del tutto dematerializzate, il coinvolgimento partecipe 
della proprietà, del management e dei professionisti nel rapporto di 
vicinanza fisica alle imprese sia, nella fase di introduzione, un 
fattore di accelerazione della divulgazione fra le realtà produttive 
del Sud.
I prodotti, frutto di mesi di test e sperimentazione field realizzata 
da ConfeserFidi – che ha iniziato il proprio percorso nel fintech con 
il contributo di Pasquale Russiello, esperto di ingegneria finanziaria 
– , si identificano con i colori: Yellow Finance è il servizio di 
accelerazione con fondi propri dell’azienda; Blue Finance facilita 
l’immissione di capitali provenienti da parte di aziende ed 
investitori ed imprese operanti in filiera; Azure Finance è lo 
strumento che consente la cessione di fatture ad investitori 
professionali.
Confeserfidi è stato tra i primi confidi ad avviare una 
sperimentazione nel fintech, avendone intuito il potenziale. Tra i 
progetti promossi spicca una ricerca in settori del tutto inesplorati 
dal fintech, quali, ad esempio, l’agricoltura e l’agroalimentare, che 
ricoprono un ruolo centrale nell’economia per le Pmi meridionali.
FX12 non si pone in concorrenza col sistema bancario, ma propone 
soluzioni che risolvono esigenze complesse che la finanza tradizionale 
non è in grado di interpretare e crea un “bypass” tra la liquidità 
presente all’interno delle filiere e la domanda a breve delle aziende 
con minori chance di accesso al credito.