Nino Oddo (PSI): “qualcosa si muove nel panorama politico siciliano”

“Qualcosa si muove nel panorama politico siciliano. Le forze moderate di centro con un corposo documento hanno espresso la volontà di avviare un percorso comune, presumibilmente in vista delle elezioni regionali del 2022. In Sicilia queste forze, pur divise, tradizionalmente hanno sempre dimostrato di avere un consistente consenso elettorale. Dal documento emerge la volontà, almeno potenziale, di prendere le distanze dalle forze sovraniste della destra. Anche una frangia della sinistra moderata, riconducibile a Italia viva ha firmato l’intesa. Credo che per il centrosinistra siciliano sia arrivato il momento di uscire dal torpore e di battere un colpo, anche alla luce di questi movimenti politici in atto. I socialisti propongono di riunire, ovviamente nelle forme possibili, gli stati generali delle forze riformiste nell’Isola. Al fine di lanciare una forte iniziativa politica che possa essere un ponte verso le forze moderate centriste. Le elezioni comunali di Palermo potrebbero essere un primo terreno per individuare candidature condivise in questo spirito. La sinistra siciliana, almeno quella meno impregnata da una visione ideologicamente chiusa e barricadiera, deve assumere un’iniziativa se non vuole rimanere marginale nelle vicende politiche siciliane. Dai rifiuti, alla sanità è possibile individuare una serie di temi nei quali la convergenza è possibile. Crediamo che innanzitutto il Pd debba interrogarsi su questi temi, che a questo punto non sono più eludibili”. Lo afferma Nino Oddo, segretario regionale del Partito Socialista Italiano.