Tutti negativi tamponi su beneficiari e operatori di due Siproimi gestiti da Badia Grande

“Ci sta a cuore la tutela della salute dei nostri beneficiari e siamo contenti che siano risultati tutti negativi al Covid-19”. Lo dichiara Greta Margagliotti, coordinatrice dei progetti Siproimi gestiti della cooperativa Badia Grande, dopo aver appreso dell’esito dei tamponi rapidi per la ricerca dell’antigene effettuati ieri su 60 beneficiari e 15 operatori dei Siproimi del Comune di Trapani e del Comune di Valderice, che si trovano a Bonagia. Ad eseguire i test, l’Asp di Trapani, con l’ausilio degli operatori sanitari dell’ USCA. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con il progetto europeo ICARE, di cui l’Asp trapanese e’ Ente capofila, con il coordinamento del dottor Antonio Sparaco, responsabile U.O.S. Tutela salute migranti dell’Asp di Trapani e referente I CARE. “Riteniamo- prosegue Greta Margagliotti- che questo risultato sia il frutto di una buona attività di informazione, svolta dal nostro personale, sul rispetto delle disposizioni previste nei DPCM e di sensibilizzazione dei nostri ospiti sull’importanza del rispetto delle indicazioni sanitarie, di igiene, utilizzo della mascherina e distanziamento per prevenire la diffusione del virus. Speriamo- conclude- di confermare questi risultati anche in seguito e che questa emergenza sanitaria finisca al più presto”.

I prossimi screening verranno effettuati presso il Siproimi di Alcamo e nelle strutture di secondo livello per minori stranieri non accompagnati di Bonagia. La cooperativa Badia Grande ringrazia il dottor Sparaco, l’Asp di Trapani e l’Usca che hanno accolto la richiesta di estendere i test rapidi anche all’interno dei centri di accoglienza.