Ritorno a scuola: lettera unitaria al Prefetto dei sindacati, per chiedere un incontro

“Servono scelte condivise sulla ripartenza del 7 gennaio. Sindacati finora esclusi dai confronti”. 

Arrivare preparati al ritorno a scuola del 7 gennaio. Cgil, Cisl e Uil, con i sindacati provinciali della scuola di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola,  in vista della ripartenza delle lezioni in presenza per tutti gli istituti di ogni ordine e grado di Palermo e provincia, hanno chiesto al prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani,  un incontro per conoscere in modo diretto quanto è stato discusso e deciso presso i tavoli provinciali convocati ad hoc in Prefettura.
    “Riteniamo  importante una condivisione delle scelte  prese, proprio perché, non essendo stati coinvolti ai tavoli in questione, la conoscenza delle decisioni apprese a mezzo  stampa,  ci risulta solo  parziale- scrivono Flc Cgil Palermo, Cisl Scuola Palermo Trapani, Uil Scuola assieme alle segreterie provinciali di Cgil, Cisl Uil –  Avremmo auspicato di essere convocati anche  noi a questi tavoli, a tutti i livelli,  per poter condividere le scelte che riguardano il ritorno a scuola in sicurezza di studenti, docenti e personale scolastico  e far conoscere le soluzioni individuate dal sindacato, rappresentative delle richieste dei  lavoratori della scuola. Invece le parti sociali non sono state mai convocate. Di questo ci rammarichiamo, perché i lavoratori chiedono risposte certe. Ci rivolgiamo al prefetto  per conoscere in maniera chiara i problemi esaminati ai  tavoli e chiediamo di partecipare alle prossime decisioni sulla ripartenza scolastica a Palermo. Dobbiamo ragionare insieme su come andare avanti nei prossimi mesi e su come saranno organizzate la didattica, gli orari della scuola, i trasporti, i tamponi,  per prendere le scelte più adeguate”.