Gal Madonie, 435mila euro a sostegno delle filiere corte

Uno più stretto legame fra produttore e consumatore, incoraggiamento alla realizzazione di filiere corte e promozione dei mercati locali: sono questi gli obiettivi a cui mirano la sottomisura 16.4 e il relativo bando pubblicato dal Gal Madonie rivolto ad agricoltori, cooperative, trasformatori e rivenditori che operano nei settori olivicolo, ortofrutticolo e delle erbe officinali, aggregati in Gruppi di Cooperazione, poli e reti, già esistenti o di nuova costituzione.

Per farlo, sono messi in campo 435 mila euro che serviranno dunque in primo luogo per ridurre i passaggi intermedi all’interno della filiera ma anche, allo stesso tempo, a promuovere azioni di cooperazione fra i vari attori interessati, superando così il problema dell’eccessiva frammentazione delle aziende.

Un “polo” potrà essere formato da almeno due imprese indipendenti, sia micro, che piccole o grandi imprese, ma anche da organismi di consulenza o organizzazioni di ricerca.

All’interno della “rete”  invece potranno esserci soggetti che possono intraprendere azioni di carattere più generale. All’interno di ogni polo o rete deve essere presente almeno un’azienda agricola.

Per ogni progetto biennale, saranno coperte al 100% tutte le spese ammissibili, comprese anche attività promozionali in loco, per un massimo di 145 mila euro.  Per i progetti con durata minore (1 anno) l’importo massimo di spesa ammessa per beneficiario non potrà superare i 72.500 euro.

Gli interessati avranno tempo fino al 31 marzo 2021 per presentare i progetti.

Il bando è consultabile sul sito  www.madoniegal.it