Trapani, dal rifiuto nucleare al futuro culturale

“Torneranno a confrontarsi venerdì 8 gennaio dal primo pomeriggio i Sindaci del trapanese ed a seguire con le Parti sociali, sindacali e professionali. Gli argomenti in discussione lanciati dalle Ass D’Ali (delega turismo e cultura) e dall’Ass Patti (sviluppo economico e fondi europei) della Giunta Tranchida:
1) Patto per la Cultura / azioni, quale prima declinazione del Piano Strategico provinciale per la Cultura, anima del dossier  di candidatura della città di Trapani a capitale italiana della cultura 2022;
2) partenariato per candidatura della città capoluogo al  bando MediAree – Anci per elaborazione piano di sviluppo strategico Next Generation City;
e, “…per non farci mancare nulla – dichiara il Sindaco Tranchida a proposito della tegola “siti – discarica rifiuti tossici e nucleari” d’intesa con i colleghi insedieremo un tavolo tecnico-politico e socio-economico. In buona sostanza – conclude Tranchida – mentre il territorio, superando schieramenti e contrapposizioni politiche e programmatiche, oltre il campanile prova a fare sistema per costruire la destinazione turistica-culturale e scommette sull’innovazione… deve tornare ad occuparsi di tutelare la salute delle proprie comunità e territori dalla pericolosa spazzatura… d’altri!!!”