Il “College Damiani” apre le porte agli studenti di altre Scuole

Dall’anno scolastico 2021/2022 il Convitto dell’Istituto Superiore “ Abele Damiani” di Marsala potrà ospitare anche ragazzi frequentanti altri Istituti Superiori di Marsala. Il Convitto è un’istituzione educativa secolare che, dalla fine dell’Ottocento, ospita i giovani studenti provenienti dai paesi limitrofi o da diverse province della Sicilia, fornendo loro vitto e alloggio.

La struttura è allocata in un edificio di recente ristrutturazione, costituito da un piano terra e due piani e adiacente all’Istituto. Il piano terra dispone di sala mensa, cucina, sala per lo studio assistito dal personale educativo, mini palestra e locale di accoglienza/portineria con custode. Il Convitto ha una capienza massima di circa cinquanta posti ed è aperto nei giorni  in cui si svolge l’attività didattica, dal lunedì al venerdì. Gli studenti convittori vengono ospitati in confortevoli camere climatizzate, da tre o quattro posti letto, dotate di servizi e di wireless gratuito. Gli educatori, operando in sinergia con le famiglie, seguono gli studenti convittori nel loro percorso di crescita. La dedizione del personale educativo e la cura nella scelta dei prodotti alimentari utilizzati, la maggior parte dei quali provenienti dal “Podere Badia”, azienda agraria storica dell’Istituto, rendono il College Damiani un luogo confortevole ed accogliente, dove gli studenti hanno l’impressione di trovarsi a casa propria. Oltre ai pasti tradizionali, preparati con cura da cuochi professionisti, agli studenti viene anche fornita la merenda da consumare durante la ricreazione. Nel pomeriggio i convittori sono seguiti dagli educatori nello studio e possono svolgere diverse attività sportive nei campi di calcio e di basket della scuola e nella mini palestra. La struttura offre anche il servizio di semiconvitto, rivolto agli studenti dell’Istituto Damiani e di altre scuole del Comune. La formula prevede pranzo, studio assistito in biblioteca e attività ludico-ricreative nelle ore pomeridiane, con eventuale servizio di trasporto dalla scuola di appartenenza e con una retta minima giornaliera. Una seconda casa, insomma, dove gli studenti vivono serenamente in un clima familiare di condivisione e coinvolgimento.