Messina, la consigliera comunale M5S Cannistrà chiede al sindaco l’attivazione del banco alimentare

“Aiuto fondamentale per coloro che non usufruiscono del reddito di cittadinanza, né della Family Card. Bisogna tutelare i penultimi, che sono sempre più numerosi nella nostra città.

Messina, 20 gennaio – La consigliera Comunale del Movimento 5 Stelle Cristina Cannistrà ha fatto pervenire al primo cittadino di Messina una nota urgente nella quale chiede l’istituzione del banco alimentare per tutti i soggetti, che a causa dell’emergenza covid-19, si trovano impossibilitati ad andare a lavorare (perché in quarantena o perché la loro attività lavorativa è stata sospesa) e per tutte quelle situazioni generate dal momento emergenziale, vale a dire per quei soggetti che non usufruiscono né del Reddito di Cittadinanza, nè della Family Card.

“Chiedo al sindaco Cateno De Luca di tutelare i cosiddetti penultimi, che sono sempre più numerosi nella nostra città.La mia proposta è quella di attivare al COC (Centrale Operativa Comunale) questo importante strumento. Il banco alimentare rappresenta, infatti, un fondamentale supporto per tutte quelle famiglie che, in questo momento, stanno attraversando una seria crisi economica. Bisogna rimanere vicini alla nostra comunità e, queste azioni, devonoessere d’aiuto nei confronti di chi si trova improvvisamente in una condizione di indigenza”, dichiara la consigliera pentastellata Cannistrà.