Movimento Cristiano Lavoratori: scegli il Servizio Civile Universale e vieni con noi

L’appello giunge dal Circolo MCL “Don Rosario Pepe” di Mineo, presieduto da Paolo Ragusa che è anche vice presidente provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori etneo, e dal Circolo MCL “Don Luigi Sturzo” di Caltagirone, presieduto da Filippo Pozzo.

L’invito è rivolto ai giovani tra i 18 e 28 anni che vogliono diventare operatori volontari di Servizio Civile Universale. Basta essere cittadino italiano o cittadino di un altro Paese dell’Unione Europea o cittadino non comunitario regolarmente soggiornante in Italia.
Fino alle ore 14.00 di lunedì 8 febbraio 2021 c’è tempo per presentare la domanda di partecipazione ad uno dei 2.814 progetti Servizio Civile universale che si realizzeranno tra il 2021 e il 2022 su tutto il territorio nazionale e all’estero, compreso quello “calatino” promosso da MCL, denominato “Inclusione Pro-Attiva” e imperniato sul tema degli immigrati, peraltro molto caro al Movimento Cristiano Lavoratori che lo promuove già sul territorio attraverso l’Associazione Lavoratori Stranieri (ALS).

Per informazioni, per saperne di più e per conoscere le procedure di invio della domanda di partecipazione, ci si può recare presso la sede del Circolo MCL “Don Rosario Pepe” di Mineo, in via Ducezio 21 e presso la sede del Circolo MCL “Don Luigi Sturzo” di Caltagirone, in via Roma 215.

Paolo Ragusa sottolinea che “la missione del Movimento Cristiano Lavoratori è quella di essere impegnati a sostenere e promuovere le fasce sociali più deboli della società. Tanto che sono diverse le progettualità che MCL mette in campo, con iniziative concrete sul territorio, di contrasto alla povertà e di empowerment dei giovani. In questo momento, grazie al sostegno del Movimento nazionale –aggiunge il presidente Ragusa– siamo impegnati a promuovere il Servizio Civile Universale. Siamo fieri ed orgogliosi–dichiara ancora soddisfatto Ragusa– di poter offrire questa opportunità ai giovani dai 18 ai 28 anni (a Mineo in maniera esclusiva, dove il nostro è l’unico ente con sede accreditata), con cui i giovani possono fare un percorso civico e di crescita individuale, quale esperienza di cittadinanza attiva in settori molto utili come quello del sostegno e dell’assistenza agli immigrati. Pensare ai giovani con i fatti e non solo con le parole -conclude Paolo Ragusaper noi è un impegno concreto! Per noi di MCL vuol dire coltivare il presente dei giovani, per migliorare la società nella quale viviamo.”
Il presidente Filippo Pozzo, ricorda che il Servizio Civile permette ai giovani volontari di essere accolti all’interno dei Circoli MCL in diverse attività ed iniziative che sono organizzate e portate avanti nella tutela e al servizio del prossimo e di quelle persone poco abbienti che necessitano di aiuto, veicolando ancora una volta iniziative capaci di valorizzare il protagonismo dei giovani”.