Trovato corpo di una 17enne in un burrone. Confessa il fidanzato

Il corpo senza vita di una giovane Roberta Siragusa 17 anni  è stato trovato in un burrone nella zona di Monte San Calogero a Caccamo, in provincia di Palermo. Sono intervenuti i vigili del fuoco e le indagini sono condotte dai carabinieri e coordinate dalla procura di Termini Imerese.

Secondo i primi accertamenti, il cadavere sarebbe parzialmente bruciato. E’ stato il fidanzato della ragazza Pietro Morreale 19 anni anche lui di Caccamo a presentarsi in caserma e portare i militari sul luogo dove è stata trovato il corpo.  Sono intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Sono arrivati anche gli uomini della scientifica per eseguire i rilievi, il medico e legale e il pm di turno della procura di Termini Imerese.

E’ di una ragazza di Caccamo il corpo senza vita di trovato in un burrone nella zona di Monte San Calogero a Caccamo (Pa). Una zona impervia dove è molto difficile arrivare. I carabinieri sono stati portati in quella zona dal fidanzato. Sono intervenuti i vigili del fuoco e le indagini sono condotte dai carabinieri e coordinate dalla procura di Termini Imerese. Sul luogo del ritrovamento sono arrivati anche gli uomini della scientifica per eseguire i rilievi, il medico e legale e il pm di turno della procura di Termini Imerese. Sono in corso indagini per accertare quello che è successo.

“Sono stato a casa della ragazza trovata nel burrone. Ho incontrato i genitori. Per Caccamo è un giorno tristissimo. Questa notizia ha sconvolto tutti. Conosco entrambe le famiglie. Sono tutte e due dedite al lavoro e i genitori hanno sacrificato tutta la loro vita per far crescere in modo onesto e leale i loro figli”, afferma il sindaco di Caccamo Nicasio Di Cola che proclamerà il lutto cittadino dopo la morte.