SP 21 e traverse comunali correlate: interventi di manutenzione straordinaria possibili

Da una intuizione dell’Ass Andreana Patti all’approfondimento tecnico presso gli uffici dell’Ass.to regl.le LL.PP. per arrivare al successivo coinvolgimento del disponibile Ass reg.le Falcone, ed a valle, tanto del Libero Consorzio (Ente proprietario della SP21) quanto del Sindaco di Marsala e del Genio Civile, all’odierno sopralluogo operativo.Si potrebbero così sintetizzare i percorsi tecnici e politici che stamani hanno portano ad effettuare sopralluoghi congiunti sul campo (SP 21, frazioni del comprensorio sud di Trapani ed in sito Marausa, a seguire nel marsalese) i vertici del governo regionale e gli amministratori dei Comuni di Trapani (oltre al Sindaco Tranchida anche gli Ass.ri Safina, Pellegrino e Bongiovanni), Marsala e del Libero Consorzio oltre che del Genio Civile di Trapani.“In buona sostanza – dichiarano il Sindaco Tranchida e l’Ass.re Safina – rivendichiamo il diritto alla messa in sicurezza tanto della SP21 quanto delle arterie comunali che si innestano con la stessa, a maggior ragione nella fase di riprogrammazione dei fondi regionali per le manutenzioni stradali”.

Dopo decenni, il ripristino dell’illuminazione sul ponte Verderame e non solo, nel rispetto della tutela migratoria per le Saline, cosi come del tratto prossimo all’aeroporto di Birgi, sembra più vicino.Così come non appare lontana la messa in sicurezza di oltre 15 km di strade comunali che si innestano sulla predetta arteria provinciale, rispetto alle quali gli uffici tecnici, su indicazione dell’Amministrazione, hanno già provveduto ad effettuare i primi computi metrici, che hanno consentito all’Assessore Safina di quantificare le somme necessarie all’intervento in circa € 7.000.000,00.Inoltre, grazie alla collaborazione del Direttore del Genio Civile di Trapani, che già la settimana scorsa si era reso disponibile ad un primo sopralluogo con i tecnici comunali e l’Ass. Safina, si verificherà a breve l’impegno finanziario per la realizzazione di nuovi guardrail e per l’allargamento delle strade, per il tramite della costruzione delle cosiddette cunette stradali.