Gelarda (Lega): “1000 posti al Santo spirito nei prossimi mesi,insufficienti e costosi, il sindaco venga in aula”

“Qualche settimana fa il Sindaco aveva prospettato al consiglio comunale la disponibilità di 5mila loculi al cimitero di Santo Spirito per affrontare l’emergenza-a dichiararlo il capogruppo della Lega a Palazzo delle aquile Igor Gelarda. Oggi il numero, secondo quanto detto dal primo cittadino e confermato in con consiglio dal capo di Gabinetto Pollicita, il numero si è ridotto a 1000. Loculi disponibili nei prossimi 6 o 7 mesi. Si tratta di un numero assolutamente insufficiente, considerato che alle 700 salme, a deposito oggi, se ne aggiungono una media di circa 300 mensili. Conti alla mano, tra sei mesi le salme a deposito saranno 2.500 e quindi, dopo avere speso ben 1 milione di euro, perché tanto costa al comune di Palermo l’acquisto dei mille loculi a s. Orsola, rischiamo di averne ancora 1.500 a deposito a giugno. Orlando venga in aula a riferire.
Ma non è tutto.
Il costo finale dei loculi a Sant Orsola è di 1.800 ciascuno, di cui mille pagati dal comune e 800 dai cittadini. Un costo quasi 4 volte superiore all’inumazione, il seppellimento sotto terra.  Quindi molti dei parenti di defunti messi a deposito ai Rotoli potrebbero optare per l’inumazione, meno costosa, e non opzionare nessun loculo al. S. Orsola. Al momento delle 700 salme al deposito solo per 160 è stata fatta richiesta di sepoltura in loculo! Le altre rischiano di restare nelle tensostrutture abusive.
Mentre nel frattempo niente sembra muoversi per la risistemazione del vecchio forno crematorio e nessuna notizia neanche sul fronte del nuovo cimitero.
Quindi, continua Gelarda, dopo le ennesime chiacchiere, la montagna ha partorito un topolino, in un momento di buio totale, del sindaco Orlando e di tutta la sua amministrazione, che ha costretto Palermo a diventare la città che non riesce neanche a dare la giusta sepoltura ai suoi cittadini” conclude Gelarda