Lega: “la farsa è finita,ora pensiamo ai siciliani e agli italiani”

L’ultimo atto del teatrino della politica dell’ex maggioranza ha rivelato agli italiani l’autentica natura dello spettacolo: era una farsa. Purtroppo i cittadini stanno ancora lottando contro la pandemia e le sue dolorose conseguenze e questa farsa non la meritavano; men che meno vi dovevano assistere i siciliani ancora più stremati dalla crisi economica generata da un anno di restrizioni. In stretto contatto con il nostro leader Matteo Salvini da stamattina sarò impegnato al 100% per delineare il quadro delle emergenze specifiche della nostra Regione da inserire nel progetto complessivo che la Lega e tutto il centrodestra porteranno avanti nelle prossime settimane per l’Italia. Perché è ovvio che la soluzione più giusta è che si debba andare rapidamente a votare ma nel lasso di tempo che ci separa dalle urne è indispensabile individuare e approvate nuovi e indifferibili provvedimenti di ristoro e rilancio per cittadini e imprese. Vuoti di potere,  “affari correnti” o un governo tecnico dilatato nel tempo non sono tollerabili. Di atteggiamenti e personaggi che posticipino le scelte più urgenti di natura politica non vogliamo nemmeno sentir parlare e se c’è ancora qualcuno, in Parlamento e nei ministeri, convinto di prendersela comoda per tenersi stretta la propria poltrona o addirittura sedersi su un divano più comodo e a più posti vi assicuro che la Lega non gli darà tregua. Serve aria nuova, idee nuove, provvedimenti nuovi e mirati per ridare speranza e dignità a 5 milioni di siciliani e a 60 milioni di italiani. E servono prima di subito. Ora pensiamo al popolo a cui, come ieri sera ha ben ricordato Matteo Salvini citando l’articolo 1 della Costituzione, appartiene la sovranità e che più che mai ha fame di salute, lavoro e scuola!