Coronavirus. Musumeci incontra vertici “Mio Italia Sicilia”

“Scavare” tra i Fondi europei per dare una boccata d’ossigeno alle categorie produttive, compresa quella dei ristoratori e degli operatori turistici, nei limiti degli impegni di spesa già presi. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha anticipato l’intenzione del governo regionale alla delegazione di “Mio Italia Sicilia”, associazione di imprese che operano nel settore Ho.Re.Ca., ospitalità, ristorazione e turismo, ricevuta a Palazzo Orleans.

«Pochi giorni fa ho incontrato i vostri colleghi a Palazzolo Acreide – ha detto Musumeci – e ogni giorno mi arrivano tante richieste di sostegno. So bene quello che patisce la vostra categoria e continuiamo
a sollecitare il governo nazionale affinché acceleri nella erogazione di risorse alle imprese. Da soggetto attuatore per la emergenza sanitaria, il mio compito è anche quello di esortare tutti al rispetto
delle norme di prudenza affinché si esca presto dal tunnel. Condivido le vostre preoccupazioni, ma di fronte ai numeri del contagio non abbiamo scelte alternative. E’ solo da Roma che possono arrivare
risposte risolutive in vostro aiuto e, come abbiamo sempre fatto, continueremo a far presente al governo nazionale la necessità di intervenire in maniera più veloce e robusta».

La delegazione, guidata dal vice presidente nazionale Salvatore Longo, ha consegnato al presidente Musumeci alcune proposte di intervento a sostengo della categoria: «Se condivisibili le sosterremo nelle sedi opportune – ha detto Musumeci – e faremo la nostra parte nei limiti dei vincoli entro cui la Regione è tenuta ad operare. Appena usciremo dalla pandemia potremo subito lanciare una grande campagna di
promozione per far ripartire il settore ricettivo e della ristorazione».