Marsala, il Sindaco scrive al Presidente del Consiglio comunale: “occorre affrontare le tematiche più urgenti ed approvare il Bilancio di previsione 2021”

In una nota inviata al Presidente del Consiglio Comunale, Enzo Sturiano, il primo cittadino marsalese, Massimo Grillo, pone l’attenzione su tematiche di grande valenza amministrativa. Questo il testo integrale della missiva:

“Gentile Presidente,

la grave crisi economica che viviamo, accentuata dalla Pandemia in corso, impone la definizione, con sollecitudine, degli adempimenti per ripristinare e rilanciare al meglio l’attività politico-amministrativa del nostro Comune.

In tale direzione, a mio avviso, diviene più che mai urgente predisporre tutti gli atti necessari per procedere all’approvazione del bilancio di previsione 2021; condividere le scelte strategiche più importanti per la Città; approvare alcune proposte di regolamento che abbiamo trasmesso e altre ancora in via di definizione.

Nella piena convinzione di avere trovato ampia collaborazione  al confronto e di avere già condiviso scelte importanti con il Consiglio comunale, è auspicabile continuare a lavorare per implementare il clima di condivisione e semplificare procedure a volte lunghe e complesse. Non è tempo di tatticismi, di sollevare pretestuose critiche e scuse per rallentare l’importante azione del Consiglio comunale e dell’Amministrazione. Per quanto ci riguarda abbiamo già individuato iniziative strategiche per creare sviluppo nell’immediato. Siamo aperti al confronto su tematiche di primaria importanza. Occorre accelerare le procedure amministrative.

Le propongo, pertanto, di voler convocare un incontro dei capigruppo e stabilire un ben definito cronoprogramma di lavoro. Sarebbe, inoltre, conducente convocare permanentemente il Consiglio comunale sulle tematiche più importanti e urgenti da affrontare fra le quali:

  • le delibere propedeutiche al Bilancio fra cui il Piano Triennale delle Opere pubbliche;
  • il regolamento sugli impianti sportivi per gli affidamenti a lungo termine;
  • la gestione condivisa dei beni comunali per affidarli a privati: luoghi, piazze e spazi pubblici;
  • il regolamento per la destinazione d’uso di aree per impianti di energia alternativa;
  • il regolamento per le Guardie ambientali;
  • le iniziative da porre in essere per risolvere la crisi idrica;
  • la sistemazione dei beni demaniali dismessi;
  • la valorizzazione del patrimonio immobiliare;
  • il futuro dell’Istituzione Marsala Schola;
  • la pianificazione territoriale.

 Il tutto nel precipuo interesse della nostra comunità”.