Castellammare. Finanziata la ricostruzione del cavalcavia Balata di Baida

La ricostruzione del cavalcavia di Balata di Baida sulla statale 187 demolito diversi anni fa, e la manutenzione della strada che collega la frazione con il castello di Baidaun milione e seicentomila euro finanziati dall’assessorato regionale alle Infrastrutture per due interventi importantissimi per la viabilità del territorio e non solo per Balata di Baida. Gli abitanti della frazione castellammarese, dopo la decisione dell’Anas di demolire il sovrappasso, sono stati costretti a percorrere chilometri di strade impervie e dissestate per raggiungere i fondi agricoli o portare da mangiare agli animali.  

«Un importantissimo risultato in favore del territorio raggiunto grazie ad un costante lavoro di squadraaffermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore al Bilancio ed Urbanistica, Giuseppe Cruciata-Sin dal nostro insediamento abbiamo più volte sollecitato l’intervento di ripristino del cavalcavia all’Anas, senza ottenere risposte concrete. Così abbiamo chiesto ed ottenuto la giusta attenzione da parte dell’assessorato regionale alle Infrastrutture guidato da Marco Falcone che -prendendo a cuore il problema e comprendendo l’importanza che la struttura riveste per il territorio- non solo ha inserito la realizzazione del cavalcavia tra le opere finanziate dalla Regione, ma ha anche aggiunto il rifacimento della strada che collega la frazione di Balata con il castello di BaidaAdesso è stato firmato il decreto dall’assessore regionale Marco Falcone, che ringraziamo unitamente al presidente Nello Musumeci, poiché concludono il sindaco Rizzo e l’assessore Cruciata- denota la correttezza e la continua attenzione che il governo regionale riserva al nostro territorio».

L’assessorato regionale, dopo un accordo di collaborazione istituzionale con il libero consorzio di Trapani -la ex provincia- ed il Comune di Castellammare, fungerà da stazione appaltante per l’intervento denominato -come si legge nel decreto di finanziamento regionale- “ricostruzione del cavalcavia Balata di Baida, sulla SS 187 e manutenzione Straordinaria della S.R. n.4”.

Il sovrappasso sulla statale 187 è stato demolito dall’Anas diversi anni fa per problemi strutturali ed i residenti, per raggiungere i fondi agricoli ed il vicinissimo centro abitato, sono costretti a percorrere chilometri di strada sterrata.

Sempre per la frazione di Balata di Baida, di recente è stato rimodulato il progetto esecutivo finanziato con oltre 591 mila euro dall’assessorato regionale dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale che riguardano anche i lavori per la strada comunale n.17 denominata “Balata di Baida” nel tratto dalla frazione di Balata di Baida-Portella del Paniere fino all’incrocio con la S.P. n° 23 denominata “Inici Celso” e fino all’incrocio con la strada comunale n.18 denominata “Sanguisuga”.