Marsala: celebrata la “Giornata del ricordo”

Rosanna Genna: “E’ un giorno importante soprattutto per i giovani.
Ringrazio il Sindaco Massimo Grillo e le Forze dell’Ordine per la loro
partecipazione”


Con una semplice, ma al tempo stesso, significativa manifestazione, la
sezione marsalese del Movimento Lealtà Italiana ha celebrato la “Giornata
del Ricordo” istituita nel 2004. La ricorrenza ricorda i massacri delle foibe e
l’esodo di migliaia di italiani dall’Istria, dalla Dalmazia e dalla Venezia
Giulia tra la conclusione della Seconda Guerra Mondiale e il secondo
dopoguerra, in cui migliaia di persone furono uccise durante la complessa
vicenda del confine orientale.
“Conoscere il passato è importante per i nostri giovani perché non abbiano
più a verificarsi eventi spregevoli come quello della soppressione di tanti
italiani nelle Foibe, le caverne che diventarono fosse comuni per
l’occultamento dei cadaveri delle vittime di rappresaglie militari e di
assassini politici, compiuti dai partigiani iugoslavi in Istria, Dalmazia e
Venezia Giulia nell’ultima fase della seconda guerra mondiale e
nell’immediato dopoguerra – sottolinea la consigliera Rosanna Genna ,Perri
Francesco, Angelo Rallo e Piero lo Grasso, Responsabili di Lealtà Italia a
Marsala. Desidero ringraziare il Sindaco Massimo Grillo, l’Assessore ai Beni
Culturali Arturo Galfano e le Forze dell’Ordine che hanno preso parte alla
nostra iniziativa: Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Municipale”.
Nell’occasione è stata deposta una Corona d’alloro in memoria di Francesco
Angileri, vittima delle Foibe. La deposizione è stata effettuata sotto il
toponimo della via a lui intitolata, all’intersezione con via Roma.