Cipriano (CEP): “accolte nostre indicazioni durante le consultazioni”

Antonio Cipriano ( Presidente E.T.S – ‘Comitato Etico Popolare’), esprime soddisfazione per la composizione del nuovo Governo, sebbene al proprio interno vi siano delle riserve su talune persone.

Cipriano, riferisce che è comunque consapevole dell’autorevole guida del Prof. Draghi, il quale sappiamo ed intuiamo che l’ultima parola l’avrà sempre lui in mano, proprio per tenere la barra ferma, sulle conquiste che si devono cercare ed attuare, come le riforme costituzionali indispensabili e le risorse del recovery fund da acciuffare, elaborare senza farsi sfuggire.

E’ chiaramente un Governo, sia di risanamento che di salvamento che vede l’applicazione in ciò che auspicavamo, ovvero una presa di coscienza e consapevolezza da parte del Presidente della Repubblica Mattarella, che questa volta ha deciso di decidere, come suggerivamo noi nell’appello che abbiamo inviato allo stesso, a caldo nella crisi causata dal poltronificio pinocchiaro, galoppante ed inciuciario.

La politica della vecchia egemonia, partitocrazia e movimentocrazia, si è dovuta adeguare ad un Governo di Unità Nazionale; un Governo, che rispecchia comunque il mandato elettorale di tutti.

Si è trovata una soluzione e di questo possiamo solo che esserne eticamente contenti.

Chiaro che misureremo, vigileremo su ogni argomento, perchè il difficile viene ora, ovvero mettere d’accordo tutti.

Noi, abbiamo presentato al Presidente Draghi i nostri programmi e le nostre finalità per la Regione Siciliana, ancor prima della politica che si intestardisce delle conquiste sul Governo Draghi; abbiamo auspicato allo stesso Presidente diverse posizioni, come :l’urgenza di una legge elettorale; la Governabilità di un sistema di protezione informatico con nuove regole precise sulla sicurezza social ; una politica di tutela del prodotto agricolo che sappia prendere le distanze dai sistemi inquinanti, condannando in primis l’utilizzo del Glifosato di Sodio ; il rispetto dell’Autonomia Regionale Siciliana per cui abbiamo chiesto l’individuazione di una persona che sappia svolgere, in qual senso le funzioni da commissario, legando ciò alle risorse che alla Sicilia appaiono mancare ; abbiamo chiesto di consegnare ai Siciliani ed alla opinione pubblica le verità sulle stragi avvenute nel 1861 e di desecretare gli atti su altrettanti stragi come quella di Portella della Ginestra;

Tutto ciò, rimanendo a disposizione comunque per un lavoro congiunto ed un’asse, che sarà legato agli Stati Generali che abbiamo in programma a livello monotematico, su cui coinvolgeremo lo stesso Presidente Prof. Draghi .

Oltre a quanto elencato, c’è tanto altro all’interno del Documento Etico che abbiamo consegnato al Prof. Draghi durante le consultazioni ed il tutto, verrà presentato alla stampa ed ai mass media, nei giusti tempi che a mano a mano definiremo.

Che dire di più : nella composizione di questo Governo, soprattutto nelle finalità, riteniamo siano state accolte le nostre indicazioni, presentate durante le consultazioni.

L’Etica delle Responsabilità è ai Binari di Partenza, nei Ministeri chiave che reggeranno questo Governo è avvenuta chiaramente una trasfusione etica pronta a rianimare il Paese, portandolo alla riabilitazione ed alla nuova rinascita che si merita.

Rimanendo a disposizione e rimandando ai prossimi comunicati le informazioni sui programmi, Eticamente Salutiamo”.