Marsala. La Lega interviene sull’abbandono indiscriminato di volantini e materiale pubblicitario

L’amministrazione affronti il problema con tutti gli strumenti a disposizione”

Non si può non notare l’incrementarsi del volantinaggio e dell’eccessivo abbandono di materiale pubblicitario  sulle strade della città che compromettono il decoro e l’igiene urbana danneggiando l’immagine di Marsala e creando inoltre notevoli difficoltà al servizio di raccolta rifiuti e di pulizia delle strade.

Materiale pubblicitario che, specialmente in occasione delle piogge, ostruisce i tombini  impedendo così il normale deflusso delle acque piovane, compromettendo la sicurezza del territorio e creando potenziali pericoli per persone e cose.

La sezione Lega Sicilia Salvini di Marsala chiede all’amministrazione comunale di affrontare nell’immediato il problema con qualsiasi strumento a disposizione, con norme più stringenti rispetto all’attuale ordinanza messa in atto, attraverso cui disciplinare l’attività di distribuzione di dépliant, volantini, pieghevoli, manifesti indicando magari i giorni della settimana durante i quali può essere effettuata la stessa attività (anche in prossimità del giorno di raccolta della carta), vietando l’affissione sui pali dell’illuminazione pubblica o della segnaletica stradale, sui tronchi di alberi o su qualsiasi altro supporto non regolarmente autorizzato, pena una sanzione amministrativa e un rimborso per il ripristino dello stato dei luoghi per le aree non consentite; è sotto gli occhi di tutti l’abitudine alla distribuzione dei volantini all’ingresso degli androni delle abitazioni private, sulle facciate dei condomini, sul parabrezza delle autovetture, o mediante consegna ai conducenti dei veicoli in transito che origina pericoli per la circolazione stradale e paralisi del traffico.

E’ compito dell’amministrazione regolamentare al meglio la distribuzione del materiale pubblicitario  che, ancor di più considerata la difficile situazione economica, è certamente strumento necessario alle aziende, ma che deve proseguire nel rispetto di regole chiare e nel rispetto di Marsala e dei marsalesi.