Sindacati su concorso autisti bus. “Amat accelera sul concorso autisti ma frena sulla somministrazione. Non si perda altro tempo”

“Abbiamo appreso che da ieri Tempor spa, la società incaricata da Amat per lo svolgimento delle procedure del concorso per 100 autisti,  bandito dall’azienda nell’state del 2019, ha pubblicato le date per la preselezione, che avverranno in modalità telematica dall’8 al 10 marzo prossimo.
Mentre Amat velocizza le procedure per il concorso, frena invece sull’assunzione degli autisti in somministrazione, che lunedì scorso hanno manifestato con il sostegno di Nidil-Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp davanti alla Prefettura, per chiedere di sbloccare il bando che nasceva proprio per far fronte all’emergenza e alla carenza di autisti nelle more delle procedure concorsuali”. A dichiararlo sono i segretari generali di Nidil Cgil Palermo, Felsa Cisl Palermo Trapani e Uiltemp Palermo Andrea Gattuso, Giuseppe Cusimano e Danilo Borrelli, che tornano a sollecitare  che  la somministrazione di lavoro parta subito,  in attesa che si concluda il concorso pubblico, iniziato quasi due anni fa.
     A novembre scorso il cda di Amat Palermo, d’intesa col  Comune, in attesa  delle procedure del concorso già precedentemente indetto, aveva infatti deciso di affidare all’agenzia interinale per il lavoro Wintime spa la selezione per l’assunzione di 100 operatori d’esercizio in somministrazione, con rapporto di lavoro a tempo determinato per 6 mesi, per fronteggiare la carenza cronica di autisti. “Per l’emergenza sanitaria è richiesto un maggior numero di corse, proprio  per garantire un corretto distanziamento dei passeggeri – aggiungono Gattuso, Cusimano e Borrelli – L’assunzione di questi autisti in somministrazione non è più rinviabile, in  un momento critico  come quello odierno, dove le scuole superiori stanno riprendendo la didattica in presenza e si rende necessaria  una maggiore frequenza di autobus Amat in centro come nelle periferie, per soddisfare la richiesta della cittadinanza e quindi per garantire un servizio dignitoso alla città metropolitana di Palermo”.
    “Per quanto riguarda il concorso pubblico, sebbene abbia visto in questi giorni un’accelerazione delle procedure,  ci vorranno ancora diversi mesi perché giunga al termine – proseguono i segretari di Nidil, Felsa e Uiltemp – I lavoratori in somministrazione,   che peraltro conoscono l’azienda, i suoi protocolli e  le modalità di lavoro, da oltre due anni chiedono di poter tornare a svolgere il loro lavoro e sono ancora in attesa. Molti di loro sono rimasti disoccupati. Ci chiediamo cosa sia successo, visto che l’agenzia Wintime ha da tempo chiuso la vacancy sul proprio sito, selezionato il personale che  era stato chiamato per prendere servizio subito dopo l’Epifania, nell’ottica di potenziare il servizio pubblico all’apertura delle scuole e per mantenere il contingentamento sui mezzi”. “Ci auguriamo – concludono Andrea Gattuso, Giuseppe Cusimano e Danilo Borrelli – che le procedure di selezione si possano svolgere al più presto, nell’interesse dei lavoratori e di tutta l’utenza. E  ribadiamo con forza la necessità di giungere presto ad una soluzione in cui tutti gli attori si possano sedere a un tavolo e dirimere la  vicenda. Ricordiamo  che a pagarne le conseguenze sono i cittadini, che devono utilizzare il servizio di trasporto pubblico della quinta città  d’Italia”