Castelvetrano: il Sindaco incontra il Segretario Generale del Coppem

Alle ore 12,30 del 02/03/2021 il Sindaco e la sua Giunta hanno  incontrato  in viodeoconferenza il Dott. Francesco Sammaritano,Segretario Generale del Coppem, e la Dott. Ilia  Mazzone, responsabile per il Coppem per le relazioni internazionali. Il COPPEM – Comitato per il partenariato euromediterraneo dei poteri locali e regionali, promuove la cooperazione e lo sviluppo locale e decentrato e si adopera per il raggiungimento degli obiettivi definiti dalla Dichiarazione di Barcellona attraverso gli strumenti finanziari dell’Unione Europea, in collaborazione con enti pubblici e privati dei 37 Paesi dell’area euro mediterranea, inoltre è sostenuto sin dalla sua costituzione dalla Regione Siciliana. Questo incontro nasce dalla volontà della  Civica Amministrazione di perseguire e  programmare strategie di sviluppo socio economico e culturali per la riqualificazione del nostro territorio. Nel corso dell’incontro sono emersi diversi spunti proficui per la realizzazione di progetti imminenti.

IL Sindaco :  Da qualche tempo a questa parte, l’uso dell’espressione “far rete” ha cominciato  ad  indicare una strategia di lavoro  volta a “unire le forze” per conseguire obiettivi che singolarmente ognuno di  noi non sarebbe in grado di raggiungere. La consapevolezza dell’importanza del “lavoro di rete” si è ormai consolidata in molti settori sia dell’intervento sociale culturale e della produzione economica. Pertanto rappresento al Dott. Sammaritano la mia intenzione di istituire un Ufficio Euromediterraneo di Castelvetrano, al fine di sviluppare politiche di crescita culturale che siano  rispondenti non solo al territorio ma anche agli stakeolders locali e/o esterni, di cui si è fatto promotore per il nostro territorio l’Assessore allo sviluppo economico arch. Davide Licari.

Il Segretario Generale Coppem: Sono onorato di dare al Comune di Castelvetrano tutto il supporto per l’apertura di un ufficio euro mediterraneo atto ad intraprendere relazioni e rapporti istituzionali con i paesi del Maghreb e del Medio Oriente.