L’8 marzo approda on line “Guarda Avanti” brano de “I Musicanti” che esorta ogni donna vittima di violenza a rinascere

Il singolo dall’anima gospel, distribuito dall’Etichetta toscana “EmdabliuEm”, “esprime esattamente la parità – afferma il compositore Gregorio Caimi –: mettendo strumentisti uomini e voci di donna per una causa che deve essere comune. Tutti insieme dobbiamo guardare avanti verso un mondo più giusto in cui la violenza divenga un tabù da relegare nel passato”
“In un secondo rinascere (da cenere)/ guarda il mondo è li per te/ guarda il mondo avanti a te”. Un inno gospel a credere alle infinite opportunità che ogni donna ha, se solo esce dalla spirale di violenza, apre gli occhi e “Guarda avanti”.


È questo il titolo del nuovo singolo de “I Musicanti” di Gregorio Caimi che il prossimo 8 marzo sarà ufficialmente lanciato on line – Spotify, i Tunes, Deezer, YoutubeMusic ecc.. – e una parte dei proventi saranno devoluti all’associazione Palma Vitae da anni impegnata per la parità di genere.
“La scelta di uscire proprio l’8 marzo è emblematica – spiega Gregorio Caimi, compositore del brano e autore del testo insieme all’attrice, scrittrice e regista Luana Rondinelli –. Il nostro vuole essere un gesto attraverso la nostra arte per favorire una rivoluzione nel segno della parità, e a partire dalla speranza che siano le donne stesse a credere che si possa costruire una società libera dalla violenza e piena di opportunità”. Il brano, registrato da Gregorio Caimi e mixato da Antonio La Rosa (che ha curato anche il mastering) e Gregorio Caimi, sarà distribuito dall’Etichetta toscana “EmdabliuEm”.
Si tratta di una produzione dell’associazione marsalese “I Musicanti” in collaborazione con Palma Vitae presieduta da Giusy Agueli, che lo scorso 27 novembre ha lanciato il progetto nel corso di un evento on line intitolato proprio “Guarda Avanti”, che è stato patrocinato dal comune di Partanna.
Cuore assolutamente siciliano, la realizzazione del brano – complici anche le restrizioni anti covid – ha messo insieme davvero nord e sud d’Italia. Tra le voci delle interpreti: Debora Messina ha realizzato la sua performance a Verbania, in Piemonte, e Paola Giacalone a Milano e creando un ensamble di voci femminili insieme alle altre cantanti Claudia Scirè, Roberta Caly e Lea Pavia.
Questi gli strumentisti: Dario Li Voti – Batteria e programmazioni; Gianluca Pantaleo – Basso Gregorio Caimi – Chitarre; Dario Silvia – piano elettrico e hammond; Aldo Bertolino – tromba.
Un brano che consola e solleva, che invita ad una presa di coscienza delle proprie potenzialità oltre il dolore e i soprusi: “tu sei donna puoi rinascere non più lacrime da piangere gabbia di vetro da infrangere”.
“L’augurio, in musica – aggiunge Caimi – è che a partire da questo 8 marzo si apra una nuova primavera all’insegna della parità di genere. Questo brano esprime esattamente la parità: mettendo strumentisti uomini e voci di donna per una causa che deve essere comune. Tutti insieme dobbiamo guardare avanti verso un mondo più giusto in cui la violenza divenga un tabù da relegare nel passato”.
Di seguito il link del video “Guarda avanti” che è stato realizzato lo scorso novembre https://www.youtube.com/watch?v=L-Byx8Xo4QE
La copertina del singolo è stata realizzata dall’artista Milella Michela già in occasione dell’evento on line voluto lo scorso novembre dall’associazione Palma Vitae.