Transizine ecologica, il Crea partner del progetto AE4EU

E’ ai nastri di partenza  AE4EU ( Agroecology for Europe), il progetto multidisciplinare dalla durata di tre anni che ha come obiettivo la realizzazione di una rete europea di promozione dell’agro-ecologia.

Il progetto coinvolgerà agricoltori, mondo della ricerca e società civile con l’obiettivo di un cambio di passo che sia radicale e uniforme su tutti i fronti, capace di portare il sistema produttivo e di consumo verso forme a basso impatto ambientale, che preservino la biodiversità e garantiscano sicurezza alimentare ed equità sociale.

Le azioni previste sono volte dunque ad incentivare una transizione, a livello europeo, verso modalità di coltivazione, di gestione dell’ambiente e del suolo più attente all’uomo e al territorio con uno sguardo al locale e un altro al globale.

Previst anche uno spazio dedicato alla formazione e allo scambio di punti di vista e conoscenze fra i diversi attori coinvolti ma anche l’analisi e la progettazione d’interventi in considerazione degli obiettivi del Green Deal europeo.

Il progetto coinvolge 12 partner di diverse parti d’Europa. Per l’Italia sarà coinvolto nel progetto il Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria). che, attraverso il suo centro di Agricoltura e Ambiente, parteciperà alla realizzazione delle diverse azioni previste.

Il progetto è stato finanziato anche da  Horizon 2020, il programma europeo di ricerca e innovazione.