Docenti fuori sede, Paxia presenta interpellanza al Ministro Speranza per garantire loro la vaccinazione anti Covid19

“Ho presentato una interpellanza urgente indirizzata al Ministro della Salute, Roberto Speranza, per evidenziare un problema che riguarda il personale scolastico e universitario docente e non docente che svolge la propria attività lavorativa in una regione diversa da quella di residenza. 

Questi lavoratori fuori sede, infatti, non possono accedere al vaccino anti-Covid19, in quanto il piano vaccinale è regionale ed ogni regione stabilisce tempistiche e modalità diverse per la somministrazione delle dosi stesse.

L’obiettivo è quello di tutelare queste categorie particolarmente esposte al contagio che, allo stato attuale, non hanno diritto ad accedere al vaccino a prescindere da dove risiedono e dove lavorano. 

Le Regioni hanno già fatto presente al Governo che bisogna risolvere urgentemente la questione e chiedono che sia garantita l’immunizzazione a tutti gli insegnanti, indipendentemente dalla Regione in cui prestano servizio.

Siamo di fronte a una problematica che riguarda la corretta applicazione del Piano strategico per la vaccinazione nel nostro Paese che non è più rinviabile.

E’ necessario un accordo tra le Regioni affinché sia il personale scolastico sia quello  universitario possano essere vaccinati indipendentemente dalla residenza o dal luogo in cui prestano servizio, nel rispetto dei valori e dei principi di equità, reciprocità, legittimità, protezione, promozione della salute e del benessere, stabiliti dalla nostra Carta Costituzionale”, così in una nota la deputata catanese, on. Maria Laura Paxia (Misto – L’alternativa c’è).