giovedì, Agosto 18, 2022
HomeInfrastruttureCalatino, in arrivo oltre 5,5 milioni di euro per la messa...

Calatino, in arrivo oltre 5,5 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e del territorio

A beneficiarne saranno i Comuni di Caltagirone, Vizzini e San Cono. Rizzo (M5S): “È l’ultimo tassello fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle durante il governo Conte 1  per contrastare il dissesto ideologico”

In arrivo  nel Calatino oltre 5,5 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e del territorio.  Con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, del 23 febbraio 2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 3 marzo scorso,  sono stati determinati i Comuni a cui spetta il contributo previsto dalla legge di bilancio 2019 varata dal governo Conte 1, da destinare ad investimenti relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio.

In particolare, per l’anno 2021, i contributi in questione ammontano complessivamente a  1 miliardo e 850 milioni di euro. A tre Comuni del Calatino andranno 5.659.566 euro, e precisamente: a Caltagirone 2.919.566 euro per quattro progetti, a San Cono 360.000 euro per un progetto  e a Vizzini 2.380.000 euro per  5 progetti.

L’ammontare del contributo attribuito a ciascun ente è stato determinato prioritariamente per favorire gli investimenti di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico.

“I fondi erogati quest’anno – afferma il deputato 5stelle alla Camera, Gianluca Rizzo –  rappresentano l’ultimo tassello di un progetto fortemente voluto dal Movimento5Stelle durante il Governo Conte 1, per un tema, quello del dissesto idrogeologico, che abbiamo sempre tenuto in forte considerazione. Questa è la dimostrazione concreta che la politica, quando vuole, può e deve trovare le risorse necessarie a salvaguardare il territorio e a proteggere i suoi cittadini. Una concretezza che tramite il nostro impegno al governo ha finalmente trovato il giusto riscontro”.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments