La casa natale di Salvatore Quasimodo patrimonio di tutti grazie alla Lega Sicilia

La delibera della giunta regionale, su proposta dell’assessore Alberto Samonà, ha già risolto ogni problema e chiuso ogni polemica. C’è un milione di euro per l’acquisto, la ristrutturazione e la valorizzazione della casa natale di Salvatore Quasimodo a Modica e il dipartimento dei Beni culturali della Regione Siciliana sta avviando tutte procedure previste dalla legge per esercitare il diritto di prelazione in caso di eventuale compravendita tra privati dell’immobile. La casa natale del premio Nobel ha un enorme valore storico e culturale per la comunità modicana e per tutti. Avendo seguito ogni singolo passaggio di questa vicenda voglio oggi aggiungere due cose. La prima è che non vi saranno sprechi di denaro pubblico e tutto avverrà nella logica dei prezzi di mercato e dell’interesse collettivo, la seconda è che questo stanziamento è frutto del grande lavoro e impegno della Lega Sicilia di cui l’assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana è espressione. Nei prossimi giorni, qualora fosse utile, organizzeremo un incontro tra i proprietari dell’immobile e l’assessore per velocizzare e concludere l’operazione nella massima trasparenza. Come ha già chiarito l’assessore Samona’ la delibera del governo regionale ha destinato una somma rilevante, un milione di euro, perché l’edificio che ospita il “Museo Casa natale Salvatore Quasimodo” non solo non si perda ma sia ulteriormente migliorato e rilanciato garantendone la fruizione con i migliori standard museali possibili.