Lega, Porto: Mi riempie di orgoglio essere diventato il nuovo Coordinatore Provinciale della Lega a Catania

Ringrazio, innanzitutto, l’On. Nino Minardo, Segretario Regionale della Lega, per avermi fortemente voluto al suo fianco. Sono pronto ad offrire la massima collaborazione a tutti i militanti che già da anni lavorano sul territorio. Porgo un particolare  ringraziamento al Segretario nazionale, On. Matteo Salvini, che con la sua presenza ha reso questo momento per me indimenticabile.

Tutto ciò avviene in un periodo di impegno politico importante della Lega per il Sud, iniziato con la città di Catania cui è stato fornito un aiuto determinante per il superamento del dissesto e che continua con l’impegno verso tutta la Sicilia. Mi vengono subito in mente le proposte fatte al Governo per sollecitare la costruzione del ponte sullo stretto e di tutte le infrastrutture indispensabili per un concreto rilancio dell’economia e del lavoro, soprattutto in un momento storico così complesso. Dobbiamo cambiare mentalità , dare un segno di svolta rispetto al passato.  Puntiamo alla meritocrazia e alla cultura del lavoro che ci deve spingere a metterci sulla stessa lunghezza d’onda del Settentrione e dell’Europa.

Questa terra sta morendo: io sono certo che le cose possano cambiare solo se si lavora dal basso, partendo dalla città e dal territorio.

Con un partito nazionale improntato alla cultura del fare, adesso abbiamo la possibilità  concreta di cambiare rotta.

Invito tutti coloro che desiderano lavorare ai grandi progetti delle prossime settimane ad accompagnarmi e a sostenerci. Oggi ci sono gli strumenti e gli uomini giusti per poter lavorare.

Credo sia giusto ringraziare il coordinatore regionale On. Decio Terrana ed i vertici dell’UDC per la fiducia accordatami fino a qualche mese fa. L’assenza di una vera partecipazione che dall’alto creasse occasioni di rilancio della politica e di apertura verso le istanze della società civile e delle energie locali mi ha aperto gli occhi su cosa fosse giusto per il territorio e per i cittadini.

Oggi sento di voler intraprendere con spirito costruttivo, che da sempre mi ha contraddistinto, un nuovo percorso di innovazione, aggregativo e di lungimirante programmazione.