A Catania arriva PonyU Express a supporto del commercio di prossimità

Niente più ansia per la consegna di un pacco se gli spostamenti sono limitati, né per chi deve spedirlo né per chi deve riceverlo.

Sbarca anche a Catania il servizio PonyU Express checonsente ai privati e ai negozi locali di effettuare una singola consegna, senza sottoscrivere un abbonamento.

Si tratta di una soluzione, attivata dalla startup PonyU anche in altre quattro grandi città italiane (Milano, Napoli, Roma e Torino), che può favorire il commercio locale e contribuire a risolvere il problema gli assembramenti nei negozi.

Con il servizio PonyU Express, che stiamo testando in alcune città da nord a sud con l’obiettivo poi di estenderlo, diamo un modo per continuare a vendere alle attività commerciali, duramente colpite dalla crisi economica afferma Luigi Strino, uno dei fondatori e CEO di PonyU Durante il lockdown molti negozianti si sono attrezzati con ecommerce, spesso rudimentali e ora, con il nostro servizio di consegne singole, possono effettuare le spedizioni e ‘mantenere viva’ la loro attività“.

PonyU Expresspuò venire in aiuto anche ai privati che hanno bisogno di far recapitare o di ricevere un pacco, ma non possono muoversi liberamente: “A causa delle continue restrizioni per gli spostamenti e comunque dei divieti di assembramento, può diventare davvero difficoltoso compiere anche piccoli acquisti quotidiani. Così ci è accaduto che, per tornare a una sorta di normalità, in pieno lockdown, un gruppo di ragazzi ci abbia chiesto di far recapitare al festeggiato una torta, mentre tutti erano collegati sul web per la festa di compleanno virtuale”.

PonyU, un corriere espresso urbano altamente tecnologico

Il funzionamento di tutti i servizi di PonyU si basa su algoritmi di efficientamento che studiano le aree di consegna attorno al punto vendita o di ritiro e assegnano la spedizione al pony più adatto a gestire in modo puntuale una determinata tratta mittente-destinatario.

Con PonyU, il modus operandi della logistica tradizionale viene ribaltato perchè il pacco non necessariamente deve partire da un centro di smistamento o da un magazzino centrale, ma può essere il singolo negoziante a prenotare la spedizione direttamente dal proprio negozio. La distanza dei tragitti viene così accorciata di oltre un terzo, con un impatto positivo anche sull’ambiente. Per una distribuzione capillare sul territorio, la startup ha messo a disposizione dei suoi pony diversi mezzi di trasporto, anche elettrici – bici, scooter o furgoncini: è poi l’algoritmo che assegna a ciascun pony la consegna più idonea in base al tragitto da fare (ad esempio, pedonale o extraurbano) e alle dimensioni del pacco (fino a un peso massimo di 20kg). I mezzi sono attrezzati per trasportare qualsiasi tipo di bene, anche generi alimentari nel rispetto delle normative ATP e HACCP.

La piattaforma PonyU offre inoltre al destinatario la possibilità di programmare la fascia oraria, evitando spiacevoli consegne a vuoto, e il servizio di monitoraggio in tempo reale del pony express, che è geolocalizzato mentre è in servizio.