Giorgia Butera presenta il suo libro “Hijab. Il Velo e la Libertà” all’Alberghiero di Erice

Martedì 9 marzo si terrà, alle ore 11.30 per gli alunni e alle ore 18.30 per i docenti e i lettori, sulla piattaforma Meet di Gsuite, l’Incontro con l’Autore” organizzato dall’Istituto Alberghiero “Florio” di Erice in collaborazione con Libreria Galli Salve – Ubik Erice, con Giorgia Butera autrice, assieme a Tiziana Ciavardini, del libro  “Hijab. Il Velo e la Libertà”, testo che nel novembre scorso ha vinto il Premio Franco Giustolisi 2020 – sezione saggistica per opere edite.  

Le autrici hanno dedicato l’importante  riconoscimento a Nasrin Sotoudeh, l’avvocatessa iraniana divenuta nel tempo icona mondiale per la lotta alla negazione dei diritti umani, condannata ad una pena significativa, e dal 2019 Cittadina Onoraria di Palermo.  

Giorgia Butera, Sociologa della Comunicazione, Scrittrice ed Advocacy, dal 2014 è Presidente della Comunità Internazionale “Sono Bambina, Non Una Sposa”. Dal 2015 è Presidente di Mete Onlus. Dal 2019 è Presidente dell’OIDUR – Osservatorio Internazionale Diritti Umani e Ricerca. E’ stata insignita della Medaglia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per il suo impegno internazionale a difesa dei Diritti Umani.   

Il libro “Hijab. Il Velo e la Libertà” (edito da Castelvecchi), con la prefazione della senatrice Emma Bonino, è un testo dedicato alla libertà di tutte le donne nel mondo, una vera e propria analisi socio‐antropologica con l’obiettivo di avviare una riflessione comune sul tema del velo islamico, lo hijab, grazie a testimonianze dirette di chi quel velo lo riconosce quale segno identitario e di appartenenza e di chi al contrario ne scorge un mero simbolo di sottomissione femminile.   

Ininterrotta l’attività di Gorgia Butera da Presidente di Mete Onlus: recentemente, in occasione della Giornata Internazionale contro l’uso dei Bambini Soldato, che ricorre annualmente il 12 febbraio, con il Patrocinio della Lega Pro, ha presentato “Peaceful World and Human Rights” – Short Film, con l’obiettivo di far partire dallo Stadio di Calcio della Città di Palermo un Messaggio di Pace, Uguaglianza e Stop ai Bambini Soldato diffuso attraverso il linguaggio universale dello Sport.  

Il preludio è stato affidato a Yousif Latif Jaralla (Regista Cantastorie Iracheno), per narrare di guerra, abusi e bambini, con una carezza finale a Fortuna, la bambina di Caivano (in provincia di Napoli) morta qualche anno fa in maniera tragica, dopo aver subito violenze.  

Con Mete Onlus la Butera ha dato vita anche a “Dipende da Te” – Campagna di Prevenzione Oncologica. 

“Sarà un’occasione unica per parlare di Diritti Umani, dei principi civili, democratici, culturali e liberali con una persona da sempre impegnata nella loro affermazione”, dice la Dirigente scolastica, Pina Mandina. 

Per partecipare all’evento in diretta occorre contattare la professoressa Valentina Cordaro, responsabile della formazione, all’indirizzo mail cordaro.valentina@alberghieroerice.edu.it