M5S:“Sinfonica, concerti carissimi per pochi intimi e cda nel caos: la Regione non indugi, invii subito gli ispettori”

“Concerti carissimi per pochi intimi, cda nella bufera, in parte dimissionario, un bilancio preventivo ancora da presentare e spese che andrebbero oltre quelle previste per chi amministra in dodicesimi: se non è il caos ci siamo molto vicini, la Regione non può indugiare oltre, mandi immediatamente gli ispettori all’Orchestra Sinfonica Siciliana”

Ad affermarlo è la deputata del M5S all’Ars, Roberta Schillaci, in seguito alle notizie, non certo rassicuranti che arrivano dalla Fondazione.

“La Foss – afferma la deputata – torna a far parlare di sé dopo il caos di due anni fa. E lo fa in modo certamente non lusinghiero, tanto da portare il presidente collegio revisori a richiamare il sovrintendente alle sue responsabilità. Siamo al cospetto di una situazione esplosiva che merita verifiche, per questo chiediamo l’intervento regionale, con invio di ispettori per evitare di far cadere nel caos nuovamente l’ente, ma, soprattutto, per evitare in questo periodo di pandemia uno spreco di risorse o investimenti poco lungimiranti”.

“La cultura – afferma il capogruppo Giovanni Di Caro – deve essere tra le priorità della nostra Isola. Non vorremmo, però, che qualcuno avesse scambiato le opportunità culturali, in opportunità per speculare sulle tasche dei contribuenti siciliani. Non è possibile, ancora più in questo momento di ristrettezze, sciupare i soldi pubblici in questo modo. Chiediamo che venga fatta piena chiarezza sulla vicenda e che chi ha la responsabilità di queste spese le giustifichi”.